Daniele Emili
Daniele Emili

Il Rocca Priora si tira fuori dalla zona rossa, a tre turni dalla fine del campionato. Lo fa grazie a una strepitosa vittoria per 2-0 sul campo dell’Alberone: di Casagrande nel primo tempo e Cristian Vinci alla mezzora della ripresa le reti decisive. «Abbiamo giocato una delle migliori partite della stagione in un momento importantissimo del campionato e conquistato tre punti d’oro – dice Daniele Emili, difensore centrale classe 1986 – Sapevamo di affrontare una delle squadre più forti del girone, quella che mi ha fatto la maggiore impressione: ma siamo stati bravi a difenderci e a colpirli al momento giusto. E’ stata una grande prova di gruppo e ora siamo più vicini alla salvezza anche perché sinceramente non mi aspettavo di poter vincere su un campo così difficile». Un “aiuto” è arrivato anche dai cugini del Colle di Fuori (comunque in corsa per la Coppa Lazio) che hanno sconfitto l’Atletico Monteporzio, ora terzultimo in classifica e scavalcato dai roccaprioresi. «Ora il destino è nelle nostre mani – dice Emili – Rimane un po’ di rimpianto proprio per lo scontro diretto di Monteporzio in cui vincevamo 3-1 e poi pareggiammo 3-3 sbagliando un rigore in extremis, altrimenti avremmo quasi già chiuso il discorso salvezza. Comunque ora l’entusiasmo non ci manca e dobbiamo cercare di fare bottino pieno nelle ultime tre gare se vogliamo essere sicuri del risultato finale». Nel prossimo turno il Rocca Priora ospiterà l’Atletico Torbellamonaca Breda tra le mura amiche del “Montefiore”.

«Sarà come una finale, c’è poco da dire: è assolutamente fondamentale riuscire a conseguire un altro successo, vorrebbe dire fare un passo quasi decisivo verso la salvezza» rimarca Emili, autentica “bandiera” del club nonostante un’età tutto sommato calcisticamente giovane. «Ho esordito in prima squadra nel 2004 e da allora ho sempre giocato con questa maglia che ovviamente rappresenta qualcosa di speciale per il sottoscritto. Un percorso che ho condiviso con qualche altro mio attuale compagno e anche per questo tutti ci teniamo tantissimo a mantenere il Rocca Priora in Prima categoria».