Un punto e un po’ di amaro in bocca. Il Quarto Municipio torna con un 1-1 nel match del quinto turno del girone A di Eccellenza sul campo della Boreale DonOrione. L’analisi della sfida è affidata al giovane centrale difensivo classe 2001 Matteo Luciani: “Abbiamo avuto due settimane per preparare questa sfida vista la precedente domenica di stop a causa degli impegni della Rappresentativa nella “Uefa Regions’ Cup”. Assieme a mister Daniele Lo Monaco abbiamo studiato nei dettagli la gara, conoscendo bene le qualità di alcuni elementi della squadra avversaria. Siamo entrati in campo imponendo il nostro gioco e subendo un po’ solo sulle palle alte. Abbiamo subito la rete del vantaggio dei padroni di casa nei primi dieci minuti, ma non ci siamo mai scomposti e abbiamo continuato a giocare fino al gol del meritato 1-1 arrivato a fine primo tempo con capitan Boninsegna. Nella ripresa abbiamo continuato a spingere e quello che è piaciuto maggiormente è stato l’atteggiamento aggressivo e determinato della nostra squadra fino ai minuti di recupero quando è stato annullato un gol di Mortaroli in modo un po’ strano. Inizialmente, infatti, la rete era stata convalidata, poi dopo una chiacchierata tra arbitro e assistente si è deciso per il fuorigioco che tra l’altro, immagini alla mano, nemmeno c’era. Peccato, perché avremmo davvero meritato la vittoria, ma partite come questa possono dare consapevolezza e autostima ad un gruppo giovane come il nostro”.

Nel prossimo turno il Quarto Municipio, che ha collezionato cinque punti in altrettante gare, ospiterà l’Astrea: “Un avversario esperto, ma a mio parere è una sfida alla pari anche perché in casa riusciamo sempre ad esprimerci al meglio”. Sugli obiettivi Luciani non ha dubbi: “E’ un campionato difficile e cerchiamo di salvarci il prima possibile, poi si vedrà. D’altronde sognare non costa nulla…”. Il giovane difensore conclude parlando della prima parte della sua esperienza al Quarto Municipio: “Qui mi ha voluto il mister con cui ho lavorato all’Atletico Vescovio. Ho trovato un club che sta sempre vicino alla prima squadra grazie alla presenza di tanti dirigenti, ci sono le condizioni per fare un buon campionato”.

Articolo precedenteVolley, mondiale femminile, il Brasile vince, domani l’Italia in campo per il bronzo
Prossimo articoloAl Canottieri Roma domenica si torna a gridare: “Via le Mani”