Sono più di 6.500 i lavoratori migranti originari di India, Pakistan, Nepal, Bangladesh e Sri Lanka morti in Qatar da quando nel 2010 il Paese si è aggiudicato il Mondiale di calcio del 2022. Lo rivela il Guardian, che cita dati arrivati da India, Bangladesh, Nepal e Sri Lanka secondo cui sono morti 5.927 lavorati migranti tra il 2011 e il 2020. Dati dell’ambasciata pakistana in Qatar parlano di 824 decessi tra i lavoratori pakistani tra il 2010 e lo scorso anno. Ma il bilancio sarebbe ancora più triste perché non vengono conteggiati operai mmorti originari di Paesi come Filippine e Kenya, che in Qatar (2 milioni di lavoratori migranti in tutto) sono numerosi. E non rientrano nel bilancio le persone decedute negli ultimi mesi dello scorso anno.