Va in scena per il settimo anno di fila il Memoral “Tonino Gasperini”, in programma quest’anno il 12 ottobre. Come per ogni occasione fin qui vissuta saranno tre gli appuntamenti clou del d-day: la messa, alle 17, dedicata a Tonino (che morì al termine di un’agonia durata oltre quaranta giorni per un malore patito su un campo di calcio, a Vallerano, mentre allenava i “suoi” portieri); la partita delle vecchie glorie, in programma alle 18; la cena con le premiazioni di rito, programmata alle 20 e 30. I primi due appuntamenti sono fissati a Civita Castellana nella parrocchia di San Giuseppe Operaio, il conviviale a Magliano Sabina, nel ristorante “Gli Angeli”. Organizzata come per ogni stagione dal fratello di Tonino, l’allenatore Vincenzo Gasperini e dagli amici dello stesso Tonino, anche quest’anno la giornata vedrà la presenza di protagonisti del calcio nazionale e di quello locale. Previsti i ritorni di Francesco Graziani e Felice Pulici, di prodotti locali che hanno fatto fortuna nel calcio che conta come Alessandro Tuia e Leonardo Sernicola, e soprattutto di portieri, così da onorare la memoria del compianto Tonino proprio con calciatori che hanno vissuto e vivono ancora oggi il ruolo da estremo difensore. Non mancheranno comunque ulteriori presenze importanti, e come sempre a incorniciare la serata ci saranno le opere del maestro Stefano Cianti, sempre applaudito per la sua capacità di dipingere tele a colori nel corso della serata, quadri che poi diventeranno gradito omaggio per alcuni ospiti della serata.