pallone calcio a 5
Mister Fanizzi deve rinunciare all'infortunata Bianco

Continua il periodo negativo del Martina/Monopoli che raccoglie il terzo  ko consecutivo perdendo per 4 a 0 il match interno contro il Lamezia,  seconda forza del torneo. Mister Fanizzi deve rinunciare all’infortunata Bianco e alle
indisponibili Alba e Nucci, e manda in campo dal primo minuto il  quintetto composto da Adone, Colosimo, capitan Pugliese e dalle sorelle  Alessia e Antonella Intini.

Il match inizia in salita per le martinesi, che subiscono il primo gol  delle ospiti dopo soli due minuti: Fragola salta due avversarie, batte  Adone e firma l’uno a zero. Il Martina reagisce immediatamente ma conferma la scarsa fortuna sotto  porta sia per qualche imprecisione di troppo e sia per le grandi parate  di Reda, migliore in campo in assoluto.
Al settimo Colosimo colpisce sia traversa che palo con un sol tiro, e un  minuto dopo la dura legge del calcio colpisce ancora le pugliesi che  subiscono il due a zero firmato da Mirafiore.

Il secondo tempo è identico al primo: il Martina fa la gara, colleziona  azioni da gol ma il Lamezia segna, con Reda che conferma di esser un  gran portiere. Neanche la tattica del portiere in movimento porta frutti e al quarto
d’ora arriva anche l’inferiorità’ numetica per l’espulsione di Alessia  Intini e il conseguente terzo gol ospite. L’ultima rete arriva grazie a Leone che approfitta di una disattenzione  della difesa di casa.

“Onestamente non posso che fare i complimenti alle mie ragazze – ha  dichiarato il tecnico pugliese Cristian Fanizzi – Sembrerà strano, ma  dopo tre sconfitte di seguito, sono sempre più convinto del valore delle  ragazze. Ragazze che hanno dato tanto durante la prima parte del torneo,  ora si trovano in una fase di appannaggio psico-fisico. Continuiamo a  lavorare in questo modo, prima o poi girerà a favore nostro.”