Torn grunge paper with ripped edge background

La Lupa Frascati ha Andrea Mastracchio come allenatore degli Under 14 Elite.
Proveniente dalla Lodigiani, con un passato nella Romulea, Mastracchio è uno specialista della categoria Giovanissimi, nel suo passato sono molte le esperienze nelle due fasce di età (Under 14 e Under 15).
Mastracchio in questi giorni è già al lavoro con i suoi 2008, la preparazione sarà lunga ma necessaria ai ragazzi per conoscere nuovi metodi di lavoro e una categoria tutta nuova.
È proprio l’allenatore a parlarci di questi primi giorni di allenamenti: «Sono molto felice di iniziare in questo campionato importante dopo un lunghissimo periodo di stop – esordisce l’allenatore nella sua intervista di presentazione.
Ho trovato i ragazzi in gran forma, si sono allenati molto bene da soli durante quest’estate e credo che siamo partiti col piede giusto».
Il lavoro da fare sarà molto duro, viste le circostanze di fatto che hanno fermato il calcio giocato praticamente per un anno: «Alcuni ragazzi hanno perso alcune basi per via dello stop. Non hanno fatto la preagonistica e devono abituarsi a giocare a 11 e con i compagni.
Vedo però una grande voglia di lavorare, i ragazzi non si fanno scoraggiare dalle difficoltà e vogliono imparare, hanno l’atteggiamento giusto per crescere e recuperare il tempo perduto, c’è grande disponibilità – sottolinea Mastracchio.
Aggiungo che sono felice anche di vedere che lo zoccolo duro dei “confermati” sta trascinando i nuovi nella direzione giusta: tutti hanno entusiasmo, grinta e voglia di imparare, stiamo creando il giusto amalgama. Ci alleniamo di mattina, fa fresco e i ragazzi fanno bene il lavoro atletico, adesso abbiamo iniziato i primi esercizi con la palla.
Mi aspettavo di avere più difficoltà ma sono molto soddisfatto di questi primi giorni di ritiro».
L’Under 14 avrà davanti a sé un primo ciclo di amichevoli importanti: Grifone, Vigor Perconti e Lodigiani.
Mastracchio traccia la via da seguire: «I ragazzi non devono aver paura del campionato Elite. Sarà una sfida tosta, ma si stanno già rendendo conto che l’importante sarà lavorare senza pensare a classifica e risultati.
Adesso abbiamo tre amichevoli di livello con tre grandi squadre, saranno un ottimo test per le nostre qualità. Dobbiamo crescere e migliorare tutti insieme, vogliamo riprendere bene dopo due anni fermi» chiosa l’ex tecnico della Lodigiani.