Intervenuto nel corso della trasmissione “C-Piace”, in onda su Undici Sport e condotta da Jolanda De Rienzo e Walter Astori, Francesco Ghirelli si è espresso  a riguardo l’ufficialità dell’esclusione del Pro Piacenza dal campionato di serie C, decisione del Giudice Sportivo arrivata nel corso della giornata di ieri.

“L’invereconda situazione che c’è stata ieri (domenica ndr) ha segnato profondamente il calcio italiano – ha dichiarato il Presidente della Lega Pro – In futuro non avremo problemi perchè nell’ultimo consiglio federale abbiamo introdotto una normativa in materia, proprio per evitare che queste cose avvengano di nuovo una delle polemiche che abbiamo ascoltato di più dopo Cuneo -. Pro Piacenza relativa alla mancata esclusione dei rossoneri dal campionato a causa degli stipendi non pagati da alcuni mesi ecco, tutto ciò non accadrà più”.

Ghirelli si e poi espresso anche sul tanto contestato numero di gol messi a segno dal Cuneo, reo di non essersi fermato dopo Aver valutato la situazione: “Le regole vanno seguite anche se non ci piacciono. Ci sono diversi elementi che non mi sono piaciuti, in primis l’atteggiamento dei genitori dei ragazzi mandati in campo perchè l’ho trovato diseducativo. Questi ragazzi hanno sofferto, subendo un punteggio di 20 a 0 e dal punto di vista educativo e stato sbagliato sottoporli a una situazione così invereconda. Il Cuneo si doveva fermare? Ognuno ha il suo stile e lo stile non si compra su una bancarella. Quel che è certo, e che ora quei 20 gol saranno cancellati perchè la partita è stata convalidata con il risultato di 3 a 0 a tavolino. Anche i tesserati dovranno riflettere: ci sono pesanti squalifiche da scontare per chi froda o per chi non rispetta le regole”.

Il Presidente di Lega Pro ha chiosato Infine sul futuro: “Sicuramente avremo ancora un periodo di sofferenza perchè ci sono ancora squadre in bilico. Spero che con l’arrivo dei play off si arrivi a una situazione più tranquilla”.