A partire da fine giugno squadre in campo tutti i giorni della settimana (lunedì compreso), con un intervallo di 72 ore tra una partita e l’altra per ciascuna squadra. Fischio d’inizio alle 20 in alcune zone della Spagna, alle 23 nelle regioni più calde. Sono alcuni punti dell’accordo di massima, scrive il quotidiano sportivo “AS“, faticosamente raggiunto tra Federcalcio spagnola (RFEF) e Lega (LFP) per la ripartenza del campionato. Lo anticipa sul mercato italiano l’agenzia ANSA.

I presidenti Luis Rubiales e Javier Tebas hanno applicato l’articolo 5 del Codice di comportamento firmato lo scorso aprile grazie alla mediazione di Irene Lozano, presidente del Consejo Superior de Deportes, il braccio sportivo del governo spagnolo. Questo programma permetterebbe di chiudere il campionato prima del 29 luglio, scadenza fissata dalla UEFA per la fine dei tornei nazionali.