Prima sconfitta in casa per il La Rustica RRdP. La squadra del presidente Tonino D’Auria ha ceduto di misura (0-1) sul campo della Vigor Perconti al termine di una gara equilibrata. A commentarla è il difensore centrale classe 2000 Matteo Pellegrini: “Il primo tempo è stato molto equilibrato e ci sono state occasioni da una parte e dall’altra. Nel secondo noi obiettivamente siamo stati meno brillanti e loro più cattivi. Come mi spiego questo atteggiamento? Credo sia una questione di mentalità, siamo una squadra giovane e ci possono stare questi passaggi a vuoto. Anche loro hanno in organico diversi ragazzi, ma magari con qualche esperienza in più in categoria. In ogni caso ci rimbocchiamo le maniche e guardiamo avanti”.

D’altronde il La Rustica RRdP sa bene che tipo di campionato deve fare: “L’obiettivo è quello di centrare la salvezza, ma sappiamo che ci sarà da soffrire. Abbiamo ottenuto due pareggi nelle prime due gare e ora è arrivata questa sconfitta, ma siamo appena all’inizio del torneo. Forse avremmo qualche punto in più per quello che abbiamo fatto vedere in queste prime gare. Sappiamo che c’è da lottare in ogni partita e in particolare negli scontri diretti. La squadra deve credere un po’ di più nelle proprie potenzialità” dice Pellegrini. Domenica prossima si torna a giocare sul campo amico di via Galatea: “Affronteremo la Luiss e, come dobbiamo fare in special modo nelle partite casalinghe, vogliamo fare punti. Bisogna stare molto attenti a un giocatore come Di Vincenzo che è molto pericoloso, l’ho già affrontato lo scorso anno e può farti male in qualsiasi momento”. L’ex difensore dell’Astrea è al suo terzo anno di Eccellenza, nonostante la giovane età: “Quando è arrivata la chiamata del direttore generale Coccimiglio e del presidente D’Auria, ho deciso di sposare questo progetto che crede nella valorizzazione dei giovani. Ho trovato l’ambiente che mi aspettavo e sono contento della scelta che ho fatto”.