Il La Rustica RRdP è pronto per l’esordio ufficiale nella stagione 2021-22 che tutto il calcio dilettante laziale (e non) si augura possa essere quella della definitiva ripartenza. Domenica i ragazzi del presidente Tonino D’Auria ospiteranno lo Sporting Ariccia nel match valido come primo turno della Coppa Italia di Eccellenza: “Come sempre quando si va in campo, ci aspettiamo di fare il massimo e provare a vincere – dice il direttore generale Marcello Coccimiglio – In una partita secca può accadere di tutto: non sappiamo bene come stiamo noi e nemmeno la condizione fisica degli avversari. L’obiettivo principale, però, è il campionato: proveremo a dare il meglio di noi stessi per conservare la categoria, anche se la formula di questa stagione con l’allargamento dei play out e le sei retrocessioni complessive di ogni girone complica i piani di tutti”. Il La Rustica RRdP è stato inserito nel gruppo B avendo preso sede in terra capitolina: “Il nostro valore aggiunto è mister Nunzio Iardino, un allenatore di grande esperienza e competenza come si può capire dalle sue qualifiche – dice il dg – Il tecnico ha dimostrato sin dall’inizio la grande voglia di mettersi in gioco: lui vive a Nettuno e viene a La Rustica quasi tutti i giorni, restando al campo per diverse ore. Ama lavorare coi giovani ed è fortemente stimolato dal volerli fare crescere. Mi sono esposto in prima persona per portarlo qui perché sono convinto che possa dare qualcosa di importante al nostro gruppo che sta lavorando con impegno e abnegazione ormai da venti giorni”. Il La Rustica RRdP è un cantiere aperto in via di completamento: “Abbiamo fatto un gran lavoro visto che la rosa della passata stagione è stata rivoluzionata: del vecchio gruppo è rimasto il solo Fabiani, ci manca qualcosina come è normale che sia in questo periodo, ma stiamo lavorando per completare l’organico. La filosofia, comunque, rimarrà la stessa: valorizzare ragazzi giovani che magari hanno già fatto qualche esperienza in questa categoria” conclude Coccimiglio.