Luca Di Ruzza
Luca Di Ruzza

Quarta vittoria consecutiva e quarto posto nel girone C di Promozione. E’ un ottimo momento per il La Rustica di mister Fabio Panno che domenica ha piegato per 2-1 l’Atletico Lariano nel match giocato tra le mura amiche. Le reti sono arrivate tutte nel primo tempo: dopo il vantaggio ospite, è arrivata nel giro di due minuti la risposta dei capitolini con il sigillo di Di Ruzza e il guizzo di Pansera.

«Nei primi dieci minuti abbiamo sofferto l’aggressività dell’Atletico Lariano – commenta proprio Luca Di Ruzza – Poi abbiamo reagito molto bene ribaltando il risultato già prima dell’intervallo. Nel secondo tempo, forse, ci siamo abbassati un po’: in ogni caso abbiamo limitato i rischi e poi gli ospiti sono rimasti anche in dieci, mentre nel finale purtroppo per una discussione abbiamo perso per espulsione tre giocatori che ci mancheranno molto nella prossima sfida». Insomma l’emergenza continua: il La Rustica domenica scorsa aveva dovuto rinunciare a bomber Simonetta, Brugnettini, Maxim, Giglioni, Verdolini e Savella (squalificato) e per la sfida di Olevano mancheranno certamente capitan Spinetti, Gubinelli e Massella. «Speriamo di poter recuperare qualcuno dei ragazzi assenti contro l’Atletico Lariano e magari anche Urbani, un gran bel giocatore che domenica era in panchina perché pure lui al rientro da un infortunio – continua Di Ruzza – Ma soprattutto speriamo di continuare a rendere come stiamo facendo nell’ultimo periodo tenendo ben saldi i piedi a terra. In questo momento non vogliamo parlare di play off perché ogni volta che si è vociferato da fuori di questo possibile obiettivo, il campo ci ha subito dato riscontri negativi anche se abbiamo dimostrato di essere cresciuti nella continuità di concentrazione durante tutta la partita». Il La Rustica ripartirà dalle sue certezze difensive ovvero da una cerniera centrale difensiva di assoluto livello con Di Ruzza e Guidi. «Però mi piacerebbe leggere la classifica e magari vedere qualche gol subito in meno, ci scherziamo spesso col mister» sorride il centrale difensivo classe 1988 che l’anno scorso era alla Vigor Perconti e che domenica ha realizzato il suo secondo gol stagionale. «Il primo era stato decisamente più casuale, questo lo sento più mio» conclude Di Ruzza.