Lorenzo Protano
Lorenzo Protano

Il La Rustica torna alla vittoria violando con un pesante 3-1 il campo del Palocco. Protagonista assoluto dell’incontro il rientrante Alessandro Simonetta che, dopo un mese circa ai box per un problema muscolare, è tornato… a modo suo con una fantastica tripletta. Ma è stata anche la seconda partita consecutiva da titolare per Lorenzo Protano, portiere classe 1999 che si sta facendo trovare pronto nel momento del bisogno, stante l’infortunio capitato a Marco Apruzzese.

«Nella sfida col Palocco abbiamo cominciato col piede giusto, andando sul 2-0 nei primi venti minuti – spiega il giovane estremo difensore – Poi c’è stata l’inevitabile reazione dei padroni di casa che hanno riaperto la sfida a fine primo tempo. Nella ripresa abbiamo contenuto i loro attacchi e provato a sfruttare gli spazi in contropiede, poi nella seconda metà del secondo tempo è arrivato il gol del 3-1 che ha praticamente chiuso l’incontro. Simonetta? E’ difficile vedere giocatori così forti in queste categorie, lui ha visto il “calcio vero” eppure è una persona incredibilmente umile che è sempre disposta a dare un consiglio ai più giovani». Protano è “collega di reparto” di un altro grande protagonista del calcio dilettante laziale, vale a dire Marco Apruzzese. «Anche lui è un giocatore di categoria superiore e quando c’è stata la possibilità di venire qui, ho pensato che potessi crescere tanto vicino a lui. Anche in questo caso, l’umiltà è una caratteristica principale del suo modo di essere e a distanza di qualche mese sono contento di aver fatto la scelta di venire al La Rustica in estate pur consapevole che avrei giocato poco».

Il portiere, arrivato dalla Juniores regionale dell’Atletico 2000, parla anche di una situazione di classifica che vede cinque squadre raccolte in tre punti. «Non credo si possa arrivare fino in fondo con questo scenario, qualcuna inevitabilmente dovrà perdere il passo tra scontri diretti e passaggi a vuoto contro le altre squadre del girone». Intanto domenica il La Rustica deve assolutamente rispettare il pronostico nel match interno contro la Virtus Olympia. «Sono le partite peggiori, quelle in cui hai tutto da perdere. Dobbiamo sfruttare questo turno casalingo entrando in campo col massimo rispetto per l’avversario» conclude Protano.