Secondo quanto riportato dalla Lega Pro, durante un convegno a Roma, la Serie C genera un valore economico e sociale nel Paese pari a 580 milioni di euro annui. Ogni euro distribuito o investito da Lega Pro e dalle sue squadre produce circa 2,9 euro per l’intero sistema economico.

È quanto emerge dal primo studio di impatto di Lega Pro, presentato Roma e realizzato in partnership con ItaliaCamp, con l’obiettivo di far emergere la dimensione sociale della C oltre a quella sportiva. Infatti, oltre a misurare il valore dell’impatto diretto, indiretto e indotto distribuito da Lega Pro e dalle squadre, la ricerca valorizza il contributo sociale portato dai club grazie alla capillare presenza sul territorio.

Il presidente di Lega Pro, Francesco Ghirelli (nella foto in primo piano), ha dichiarato: “Lo studio attribuisce un valore scientifico alle attività alle quali i Club si dedicano quotidianamente, e ciò conferma la validità del percorso che portiamo avanti con entusiasmo e convinzione, ma non senza difficoltà. C’è un problema di sostenibilità economica, che va affrontato. Non possiamo rischiare di ridimensionare il numero dei club perché verrebbe meno una parte fondamentale di quel reticolo economico e sociale che contribuisce a tenere in piedi l’Italia. Per questo chiediamo alle istituzioni di sostenere il nostro lavoro, che non è solo un contributo allo sport ma anche allo sviluppo sociale del Paese”.