Alessandro Fabiani

La Prima categoria della Roma VIII è campione d’inverno. Il traguardo (parziale) è arrivato grazie al successo di misura (2-1) di ieri sul campo dell’Albula, firmato dalle reti di Porcarelli e Ferraro. “Non è stata una partita semplice, ma sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire – dice il centrocampista classe 1999 Alessandro Fabiani, alla sua seconda partita da titolare in stagione dopo quella all’esordio col Time Sport Roma Garbatella – Volevamo un approccio determinato anche sapendo delle condizioni del campo in terra non ottimali e infatti nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, chiudendo sul doppio vantaggio. Nella ripresa abbiamo subito il gol avversario in seguito a una situazione un po’ rocambolesca e dopo che il nostro portiere Spalletti era rimasto a terra per un colpo alla testa, ma successivamente siamo riusciti a difendere di squadra e a conquistare un altro prezioso successo, limitando i pericoli”. Fabiani è tornato nell’undici titolare di mister Dino Di Julio: “La concorrenza è sempre positiva e in questa squadra è molto alta, ma non sono tipo da fare polemiche. Le scelte le fa il mister e io cerco di fare il massimo quando vengo chiamato in causa, poi ogni calciatore ovviamente vorrebbe sempre avere tanto spazio”.

La Roma VIII ha due punti di vantaggio sulla prima inseguitrice (la Sanpolese) e su un gruppetto che comprende altre tre squadre: “Noi guardiamo in casa nostra. Siamo concentrati sulle partite da affrontare e abbiamo l’obiettivo di vincerle tutte per rimanere in testa alla classifica”. Per il giovane centrocampista è la seconda stagione con la maglia della formazione capitolina: “Mi trovo bene qui: c’è un gruppo compatto e che si aiuta oltre a un ambiente dove si può lavorare bene”. Nel prossimo turno, il primo del girone di ritorno, la Roma VIII si disimpegnerà ancora in trasferta: l’avversario sarà quel Time Sport Roma Garbatella con cui Fabiani ha giocato l’altra gara stagionale da titolare: “Ricordo una formazione molto combattiva e dovremo fare attenzione, ma abbiamo un solo risultato in testa. Vogliamo fare incidere la nostra maggiore qualità tecnica”.