Giacomo Venè è il giovane estremo difensore del Poggibonsi. Venè è arrivato quest’anno in Toscana dopo essersi ritagliato un ruolo da protagonista nell’ultima stagione con la maglia del Seravezza. Per il classe 2002 di Carrara sono ben 27 le presenze collezionate nell’ultimo campionato e le sue parate hanno attirato le attenzioni dei talent scout.
Benvenuto Giacomo Venè, nuovo estremo difensore del Poggibonsi. Come mai questa scelta? La ‘rivalità’ sportiva con gli altri portieri non ti spaventa?
La rivalità sportiva non mi spaventa perché c’è un portiere, Pacini Francesco, che ha fatto la B, tanti anni di C e questo mi dà più stimolo. Ho la voglia di dare il 100% in allenamento. Ho scelto il Poggibonsi per la storia che ha questa società e perché a livello personale, dopo essermi diplomato a giugno, volevo fare un’esperienza lontano da casa.
Nella passata stagione sei stato uno dei protagonisti della salvezza del Seravezza. Oltre alle ottime prestazioni, cosa ti porti di positivo dallo scorso campionato?
Gli errori che ho fatto che spero di non ripetere. Perché da lì ho imparato tante cose e capito dove ho sbagliato. Inoltre, mi porto un anno di esperienza con i più grandi e le dinamiche di spogliatoio, dove giustamente ci sono delle gerarchie da rispettare.
Il Poggibonsi quest’anno è nel girone E di Serie D. Qual è l’obiettivo stagionale?
La salvezza.
Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissato in questa stagione?
Imparare tutto da Pacini.
Progetti per il futuro?
Quest’anno mi dedico solo al calcio perché vorrei fare meglio dell’anno scorso e c’è la possibilità di farlo.
Cos’è il calcio per te?
Passione e divertimento.
FONTE:https://news.superscommesse.it/interviste-personaggi-famosi/2021/09/interviste-d-valore-giacomo-vene-ho-scelto-il-poggibonsi-per-la-storia-che-ha-questa-societa-459934/