La stagione calcistica di Ligue 1 non riprenderà. Lo ha annunciato il primo ministro francese Edouard Philippe, presentando il piano per le riaperture dopo il lockdown, che ha portato alla cessazione di quasi tutte le attività sportive. Sono da dichiararsi concluse le stagioni degli sport professionistici, «in particolare quella del calcio», ha dichiarato il capo del governo. Né Ligue 1 dunque, ma nemmeno Top 14, il massimo campionato di rugby, potranno essere completati. E a questo punto anche il Tour de France già rinviato, con nuova partenza fissata al 29 agosto, potrebbe ancora slittare. «Gli eventi che riuniscono più di 5000 partecipanti non possono essere tenuti prima di settembre», ha aggiunto Philippe. Il piano presentato all’Assemblea nazionale, autorizzerà la ripresa dello sport solo su base individuale. Mentre in Inghilterra la Premier accelera per ripartire, e in Italia la polemica infuria, il calcio non viene inserito nelle priorità del Governo.

La Germania invece ripartirà. Sì alla ripresa della Bundesliga, da metà maggio o al massimo da fine mese: il via libera, ancora non definitivo, arriva dai ministri dello sport dei 16 Lander federali, che in un documento congiunto si sono espressi al riguardo, in vista della riunione domani con la cancelliera, Angela Merkel. La scorsa settimana, la German Football League (DFL) aveva annunciato di essere pronta a riprendere dal 9 maggio.

Articolo precedenteAtletica, Tortu: “Ora sono più forte”
Prossimo articoloAssocalciatori, quasi una sfida al Palazzo