I club «virtuosì di Lega Pro che retrocederanno potranno richiedere di essere riammessi al campionato di Serie C di calcio. «È un grande risultato per noi», le parole di Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, al termine del Consiglio Federale che si è svolto ieri a Roma e che ha approvato la modifica dell’articolo 49 delle Noif con l’inserimento del comma 5. Nello specifico, dopo la disputa dei playout e prima della scadenza del termine per presentare la domanda di iscrizione indicato nel sistema delle licenze nazionali, i club retrocessi potranno essere riammessi al torneo di Serie C della stagione successiva, secondo criteri

deliberati dal consiglio federale della Figc, se si verificherà una delle seguenti circostanze: dichiarazione di fallimento di una società partecipante al campionato di serie C, sanzione da parte degli organi di giustizia sportiva che comporti l’esclusione di una società dal campionato di Serie C, sanzione da parte degli organi di giustizia sportiva che comporti il collocamento di una società all’ultimo posto in classifica del campionato di Serie C, rinuncia da parte di una società a presentare domanda di iscrizione al campionato di Serie C successivo.