Il Milan batte i norvegesi del Bodo Glimt e per approdare alla fase a gironi dell’Europa League dovrà ora battere il 1° ottobre in trasferta nei playoff i portoghesi del Rio Ave che a loro volta hanno eliminato i turchi del Besiktas ai rigori. I rossoneri privi di Ibrahimovic bloccato dal Covid, hanno sudato per avere ragione dei norvegesi andati in vantaggio già al 14’ con Junker. Poi tre reti rossonere, subito dopo al 16’ con Calhanoglu, poi al 32’ con Lorenzo Colombo (il sostituto di Ibra) e al 5’ della ripresa ancora con Calhanoglu. Sembrava tutto facile a quel punto, ma al 10’ del secondo tempo Hauge riapre la partita. Pioli richiama in panchina Colombo, dentro Daniel Maldini. Si riaccende la gara, al 60’ ripartenza per Zinckernagel che entra in area ma la conclusione è alta. Milan pericoloso,  su corner colpo di testa di Gabbia, un difensore salva sulla linea di porta. Poi un gol annullato a Maldini per un fuorigioco e un cambio nel Milan con Krunic per Castillejo. Al 76’ occasione per i norvegesi con Saltnes che va sul fondo e crossa al centro, ma la difesa spazza. Tre minuti dopo mani tra i capelli per Saelemaekers, il belga del Milan scavalca il portiere in uscita bassa ma in scivolata un difensore salva sulla linea. Entra Tonali al posto di Bennacer. All’84’ il brivido con Saltnes che di testa indirizza sul primo palo, ma Donnarumma salva risultato e qualificazione.