Ormai da tempo, il Colleferro lavora con forza sul settore giovanile. E stagione dopo stagione raccoglie i frutti. Una delle note liete di quest’annata è sicuramente la salvezza ottenuta in maniera anticipata dall’Under 15 Elite di mister Vittorio Carbonari: “Questo gruppo è frutto di un percorso iniziato sei anni fa dall’attuale responsabile del settore giovanile Luca Di Placido (all’epoca anche mister Carbonari faceva già parte del club rossonero, ndr). Colleferro aveva solo due squadre regionali e due provinciali, oggi ne ha tre in Elite e una tra i regionali. Questi ragazzi, in particolare, sono cresciuti per la grande maggioranza nella nostra Scuola calcio e la loro salvezza in un campionato di grande livello come l’Elite è una ciliegina sulla torta e vale lo stesso anche per me. Ho trovato un gruppo di atleti disponibilissimi al sacrificio e all’apprendimento, ma un grazie va anche al mio collaboratore Matteo Girardi e al preparatore atletico Leonardo Pompa”.

Nell’ultimo turno l’Under 15 Elite rossonera ha perso 2-0 contro il Dabliu, compagine di alta classifica: “Ma il risultato è stato in bilico fino a dieci minuti dalla fine e in particolare in avvio di secondo tempo abbiamo avuto due ghiotte opportunità per pareggiare. Di fronte, comunque, abbiamo avuto una squadra molto fisica e sicuramente di valore”. Il calendario, ora, mette di fronte ai colleferrini l’avversario più duro: “Faremo visita alla Nuova Tor Tre Teste che è capolista indiscussa del girone. Dobbiamo pure gestire qualche caso Covid, ma è sicuramente una partita stimolante che rappresenterà per i nostri ragazzi un ulteriore momento di crescita. Non è una gara proibitiva, ma sicuramente molto complicata. Tra l’altro i capitolini hanno pareggiato 0-0 nel recupero di ieri col Cassino e quindi arriveranno arrabbiati all’appuntamento di domenica”.

Carbonari chiude parlando dell’obiettivo rossonero nelle ultime tre giornate: “Dopo la prima della classe, faremo visita alla Pro Roma e chiuderemo in casa col Tor di Quinto. Dobbiamo cercare di onorare gli ultimi impegni di campionato e poi ho chiesto ai ragazzi una cosa: all’andata abbiamo fatto 19 punti, al ritorno vorrei chiudere almeno con 20 e al momento ne mancano quattro”.

Articolo precedenteTrofeo Maremma e Rally del Bardolino, Rally Team protagonista
Prossimo articoloPallavolo Marino, serie B maschile, Ronsini: “Vinciamo grazie al collettivo”