Europa league
Europa league

Riflettori accesi questa sera alle ore 21 sull’«Old Trafford» quando il direttore di gara fischierà il calcio d’avvio della gara di andata della semifinale di Europa League. In campo il Manchester United allenato da Solskjaer e la Roma di Fonseca, l’unica formazione italiana ancora in corsa per un titolo continentale. Avversario ostico per i giallorossi che dovranno vedersela contro una corazzata che è considerata la squadra favorita per la vittoria finale. La conquista della Coppa è rimasto l’obiettivo stagionale dei padroni di casa che, pur secondi in classifica, hanno ormai abbandonato ogni velleità di successo finale in Premier League in virtù dell’enorme ritardo, ben dieci punti, dalla capolista City. I red devils, nel loro cammino europeo hanno già eliminato un’altra italiana, quel Milan che, dopo il brillante pareggio in gara uno, ha perso in casa per un gol messo a segno da Pogba al 48°. La Roma, invece, ha avuto accesso alle semifinali dopo aver eliminato nel turno precedente l’Ajax.
Inglesi questa volta al gran completo, tutti disponibili, con l’imbarazzo della scelta per il suo allenatore. A cominciare dalla porta con Henderson in vantaggio su de Gea. Confermatissima la difesa a quattro con Maguire e Lindelof coppia centrale e Wan-Bissaka terzino destro e Shaw sul versante opposto. In attacco Cavani potrebbe essere preferito a Rashford mentre sulla trequarti rivedremo Grenwood, Bruno Fernandes e Pogba.
Per la Roma è tutt’altro che un momento magico. Nelle ultime cinque gare di campionato ha collezionato due sconfitte, due pareggi ed una sola vittoria, per 1-0, contro il Bologna, con una striscia negativa di tre gare senza affermazioni, con il pari per 1-1 contro l’Atalanta e le sconfitte 3-1 contro il Torino e 3-2 contro il Cagliari. L’allenatore Fonseca, sotto accusa per una stagione tutt’altro che esaltante e si gioca tutto in questa senifinale, confida in una prestazione d’orgoglio della propria squadra potendo contare su una corposa lista di disponibili dal quale manca il solo Mancini squalificato. Disporrà di ben due ex di turno Smalling, che sarà affiancato in difesa da Cristante ed Ibanez, e Mkhitaryan che con Pellegrini sarà d’appoggio a Dzeko. A centrocampo rivedremo Diawara e Veretout con Spinazzola e Karsdorp sulle fasce. Tra i pali ancora una volta spazio a Pau Lopez.
Favorito il Manchester United per BetFlag ed i suoi analisti che propongono l’1 a 1,55, l’X a 4,25, mentre il successo della Roma vale 5,85 volte la posta.