Con appena otto turni da giocare e con la matematica che tiene accese le speranze di improbabili ribaltoni sia in testa che in coda, torna in campo la serie A per disputare le partite in calendario della trentunesima giornata. Atalanta – Juventus, prevista per domenica alle 15, è sicuramente una partita di cartello, di quelle che sicuramente lasceranno il segno e che condizioneranno i futuri obiettivi di entrambe le formazioni che si ritroveranno in campo tra un mese, il 19 maggio, per disputare la finale di Coppa Italia 2020/2021.

E’ sicuramente una grande sfida di alto profilo emotivo e tecnico con le milanesi spettatrici interessate al risultato finale. La Juve è terza, ad un punto dal Milan che è secondo, ma distante dalla capolista Inter avanti di ben tredici lunghezze. L’Atalanta, invece, è quarta proprio dietro i bianconeri di un solo punto. Si gioca, prima di tutto, per difendere un posto Champions che è un assegno importante per qualsiasi società sportiva soprattutto in tempi di pandemia per via degli stadi vuoti ed i relativi mancati introiti della presenza degli spettatori.

Per gli analisti di BetFlag questa volta è partita da quasi tripla con i padroni di casa leggermente favoriti rispetto ad una Juve, che ha vinto solo una delle ultime quattro trasferte perdendone due e pareggiandone una, e banca l’1 a 2,45 contro il 2 a 2,75 e con l’X a 3,60.

Con l’attacco più prolifico in serie A la Dea rischia di portare ad otto le gare ufficiali consecutive nella quali i bianconeri hanno preso un gol, una sequenza che non si ripete dal 2015. All’andata, comunque, finì 1 a 1, per la giornata di grazie del portiere Gollini, con i gol di Federico Chiesa e Remo Freuler. Con Romero squalificato, con Hateboer infortunato e Pessina negativizzatosi dal covid, Gian Piero Gasperini, il tecnico degli orobici, proporrà Pasalic a supporto di Zapata, che sarà il punto di riferimento di una squadra a trazione anteriore, e con De Roon e Muriel in mediana.

Sul versante opposto problemi di abbondanza per Andrea Pirlo che deve sciogliere la riserva del giocatore da affiancare a Ronaldo in attacco. Dybala probabilmente sarà preferito a Morata con Kulusevski e Chiesa sugli esterni. In difesa spazio al centro a Demiral a far coppia con De Ligt e con Cuadrado a destra e Danilo a sinistra. In mediana, infine, Arthur potrebbe essere preferito a Rabiot. Bernardeschi, positivo al covid, è l’unico indisponibile dei bianconeri.

Articolo precedenteAtletica, Tortu vs. Jacobs, appuntamento il 13 maggio a Savona
Prossimo articoloTiro a volo, in Bulgaria azzurri in corsa per le finali