Galvanizzate dai risultati in Champions l’Inter, che con la vittoria contro i moldavi dello Sheriff ha riaperto i giochi qualificazione, e la Juve, a punteggio pieno nel girone H, si ritroveranno in campo domenica prossima alle 20:45 per disputare l’ennesimo derby d’Italia. Il Meazza per l’occasione, dopo tre anni, tornerà a riempirsi al massimo della capienza possibile che per ora è fissata al 75% dei posti disponibili che equivale a circa 56mila spettatori per un incasso record di circa cinque milioni di euro.

I nerazzurri sono terzi in classifica con diciassette punti al proprio attivo, sette in meno dell’imbattuta capolista Napoli, e sono reduci in campionato dalla sconfitta per 3 a 1 rimediata a Roma contro la Lazio. Vanta il miglior attacco della serie A con ben 23 gol all’attico. Più del doppio di quella della Juventus che ha marcato solo dodici volte ed è in ritardo di tre punti in classifica proprio dai padroni di casa terzi in classifica ma è reduce in campionato da ben quattro vittorie consecutive.

Simone Inzaghi sicuramente riproporrà Handanovic come estremo difensore con Skriniar, de Vrij e Bastoni a completare il reparto difensivo. In attacco rivedremo Lautaro Martinez e Dzeko, sempre più determinante nell’economia del gioco offensivo nerazzurro che non sta facendo rimpiangere Romelu Lukaku, l’attaccante belga approdato al Chelsea. Ancora una volta centrocampo a cinque con la probabile presenza contemporanea di Darmian, Barella, Brozovic, Vidal e Perisic.

Massimiliano Allegri, il tecnico della Juve, ancora una volta sarà costretto a fare a meno di Rabiot e Dybala e manderà in campo il tandem d’attacco Chiesa – Morata (o Kean) e con Quadrado, Betancur, Locatelli e Bernardeschi di supporto. In porta Szczesny potrà fare affidamento su una difesa a quattro con Bonucci e de Ligt (o Chiellini) coppia centrale, Danilo sulla fascia destra e Alex Sandro sul versante opposto.

Gli analisti di BetFlag tingono di nerazzurro le quote proposte sulla lavagna con l’1 non certamente basso a 2,10, comunque distante dal 2 bianconero a 3,35 e con l’X che moltiplica per 3,55.