L’importante era partire con il piede giusto per non tradire le aspettative della vigilia nella prima uscita stagionale. Per la Lazio ed il Torino, conquistati i primi tre punti della stagione dopo una meritata anche se sofferta vittoria entrambe per 2 a 1 rispettivamente contro il Bologna ed il Monza, è già tempo di prime verifiche. Il calendario le vedrà contro in campo sabato prossimo a Torino con fischio d’avvio alle 18:30 decise a bissare la vittoria in un confronto che lo scorso anno è terminato in parità sia all’andata che al ritorno.

Sarri, l’allenatore della Lazio, non vede rosso contro il… Toro, anzi. Nella sua esperienza calcistica da tecnico dell’Empoli, del Napoli, della Juventus e della Lazio non ha mai perso contro la formazione granata ed ha al suo attivo ben otto vittorie e cinque pareggi. E non solo, i suoi giocatori hanno realizzato ben ventotto gol e subendone meno della metà, dodici. Il risultato più frequente in questo confronto è l’1 a 1 uscito ben nove volte, le ultime due proprio la scorsa stagione. A scorrere gli ultimi quarantuno confronti bilancio sicuramente a favore dei biancocelesti che hanno vinto diciotto volte contro le otto dei padroni di casa che hanno pareggiato anche quindici volte.

Ivan Jurić, l’allenatore croato del Torino, tornerà a proporre Buongiorno, che ha scontato la squalifica, ma dovrà fare a meno di Miranchuk. Ipotizzabile a questo punto che schiererà il 25enne Vanja Milinkovic-Savic, fratello Sergei centrocampista della Lazio, tra i pali con Buongiorno nel ruolo di terzino destro, Rodriguez sul versante opposto e Djidji al centro della difesa. Sanabria sarà il riferimento in attacco della squadra con Radonjic e Vlasic di supporto pronti a proporre palloni da finalizzare. Singo, Ricci, Lukic e Lazaro dovrebbero completare l’undici che potrebbe essere schierato dal primo minuto di gioco.

Maurizio Sarri, da parte sua, dovrebbe riproporre dal primo minuto Basic che sarà affiancato a centrocampo da Cataldi al centro e Sergej Milinkovic-Savic a sinistra. Il tridente biancoceleste proposto dovrebbe essere formato da Felipe Anderson a sinistra, Immobile al centro e con Pedro o Zaccagni a destra. In porta fiducia a Ivan Provedel estremo difensore di una retroguardia che sarà completata da Lazzari nel ruolo di terzino destro, Marusic di terzino sinistro e Romagnoli e Patric coppia centrale.

Per i betting analyst di BetFlag Lazio leggermente favorita ma 2 alto a 2,30, distante ma non troppo dall’1 granata a 2,97 con l’X che moltiplica per 3,45.

Articolo precedenteE’ alle viste MotoTematica 2022
Prossimo articoloBaseball, serie A, scatta la Coppa Italia