Anche per Cagliari e Perugia è iniziato il conto alla rovescia per la nuova stagione agonistica. Si affronteranno domani venerdì 5 agosto alle 17:45 per il secondo turno eliminatorio della Coppa Italia. Due squadre ambiziose contro, dunque, che non nascondono l’ambizioso progetto di tornare in serie A, soprattutto i padroni di casa neoretrocessi tra i cadetti che dovranno vedersela contro una formazione umbra che ha fallito il salto di categoria ai playoff. Sarà una sfida ad eliminazione diretta che dovrà vedersela con la vincente di Bologna e Cosenza. Se al termine dei novanta minuti di gioco le due squadre dovessero essere ancora ancora sul pareggio, la gara si deciderà con i tempi supplementari e gli eventuali calci di rigore.

 

Sono ventuno i precedenti tra le due squadre in terra sarda dei quali sei disputati nella massima serie e due in Coppa Italia. Il bilancio è fortemente a favore dei padroni di casa in grado di vincere nove volte contro le quattro degli ospiti che hanno pareggiato in altri otto confronti. L’ultima volta che si sono affrontate è stato nel marzo di sei anni fa quando, grazie alle reti di Prcić e Miloš, furono gli ospiti a conquistare l’intera posta in palio.

 

Per una gara in programma per i trentaduesimi di finale della Coppa Italia all’Unipol Domus di Cagliari il nuovo tecnico degli isolani Fabio Liverani dovrà tener conto di una lunga lista di indisponibili come Matteo Tramoni, Nandez, Rog, Delpupo, Desogus e Ciocci. Gioco forza l’undici disponibile dal primo minuto potrebbe essere Radunovic, a difesa della porta, con la linea arretrata a quattro con Di Pardo nel ruolo di terzino destro, Carboni sul versante opposto e con i due centrali Altare e Goldaniga. A centrocampo spazio per Makoumbou, Viola e Lella che agiranno alle spalle del tridente Pereiro, Pavoletti e Luvumbo.

Di contro Fabrizio Castori, anche lui alla prima panchina stagionale con i biancorossi, lamenta una serie di indisponibili a cominciare dallo squalificato Curado ma anche di Rosi, Santoro, Matos e Olivieri. Possibile la presenza tra i pali di Gori, estremo difensore di una retroguardia con Vulikic al centro della difesa con Sgarbi nel ruolo di terzino destro e capitan Angella a sinistra se recuperabile. La coppia d’attacco potrebbe essere Melchiorri e Dembelé con un folto centrocampo con Vulic in cabina di regia e Santoro, Kouan, Casavola e Dell’Orco a completare l’undici in campo. I betting analyst di BetFlag puntano sui sardi vincenti e bancano l’1 a 1,82, lontanissimo dal 2 del novantesimo a 4,15 con l’X che moltiplica per 3,45

Articolo precedenteBaseball, UnipolSai Bologna vince il terzo recupero con il Parmaclima
Prossimo articoloMM Motorsport al Rally di Salsomaggiore Terme