«Il Mondiale lo avete vinto qui: conquistando la pubblica opinione. Avete acceso i riflettori sul vostro sport in un modo non più revocabile». È stata festa al Quirinale, tra impegni per i diritti e selfie, per le azzurre del calcio appena tornate dal Mondiale di Francia 2019 con una sconfitta sul campo ai quarti ma una vittoria più importante in valigia, come ha ricordato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Contro l’assenza del professionismo femminile ha puntato il dito Mattarella: «Non spetta a me stabilire le forme in cui si deve esprimere il calcio, ma non posso fare a meno di sottolineare come sia del tutto irrazionale e inaccettabile la diversa condizione degli uomini e delle donne».