Mancano solo due partite alla fine della stagione regolare del campionato Juniores nazionale e l’Albalonga, anche in questa categoria, è protagonista ai vertici. I ragazzi di mister Roberto Coscia hanno battuto con un roboante 6-1 esterno la Lupa Roma, conservando la seconda posizione al pari dell’Ostiamare e mantenendo tre punti di distanza dal Trastevere capolista. «Ce la giocheremo fino alla fine – dice Coscia – Il calendario della prima in classifica non è semplice visto che i capitolini dovranno andare prima in casa del Latina e poi chiuderanno tra le mura amiche proprio con l’Ostia, mentre noi avremo Monterosi e Anzio, vale a dire due partite che sulla carta possiamo far nostre anche se il primo avversario viene da un bel 3-1 al Rieti». Coscia commenta con soddisfazione l’ultima tennistica vittoria dei suoi ragazzi sul campo della Lupa Roma. «Si è capito sin dalle primissime battute che la squadra avrebbe fatto bene. Dopo un paio di minuti abbiamo mancato una ghiottissima occasione con Di Felice, poi abbiamo realizzato due reti nel primo quarto d’ora con Pietrantoni e Alessandroni, triplicando i conti nel finale di prima frazione con Proietti. Nella ripresa, dopo la rete della bandiera dei padroni di casa, siamo andati a bersaglio con Scarpecci, Follo (al suo 27esimo gol stagionale, ndr) e Fiasca e abbiamo conquistato una vittoria rotonda contro un avversario non facile e su un campo reso molto pesante dalla pioggia».

L’allenatore traccia un mini bilancio fino a questo punto della stagione. «Sono molto contento di come hanno lavorato i ragazzi che si sono allenati con costanza e impegno per tutta l’annata. Dal punto di vista dei risultati, siamo lì a contenderci le prime posizioni del girone e abbiamo segnato la bellezza di 65 reti. Rimane il rammarico per qualche punto perso per strada come quelli lasciati nel recente match casalingo con l’Sff Atletico. Inoltre più di qualche ragazzo è già entrato nel giro della prima squadra di mister Marco Mariotti e sono convinto che in estate qualcun altro potrebbe avere questa opportunità» conclude Coscia.

Articolo precedentePara Trap, azzurri negli Emirati, via alla stagione agonistica
Prossimo articoloBench Press, i vincitori della II edizione del Grand Prix Città di Cori