“Riaprire le piste da sci per dare un segnale al Paese e salvare un settore dal fallimento certo”. Alberto Tomba e Federica Brignone, il passato e il presente più illustre dello sci azzurro, sostengono la battaglia del comparto della neve contro la proroga della chiusura delle stazioni invernali. E lo fanno con un appello in tandem all’agenzia Ansa. “È molto importante che gli impianti aprano a Natale, sarebbe un segnale positivo per tutti. Con le stazioni chiuse, il danno sarebbe irreparabile”, dice la campionessa azzurra detentrice della Coppa del mondo. Non ha dubbi anche Tomba: “Nello sci il distanziamento non è certo un problema. Le piste vanno aperte». Inoltre «permetterebbe alle famiglie e ai ragazzi di stare all’aria aperta – sottolinea Brignone -, è uno sport che permette la distanza perché è difficile starsi addosso. Tante stazioni già fanno fatica ad arrivare a fine stagione e Natale è la fetta più grossa”.