Questa mattina, Daniele Lupo e Paolo Nicolai hanno staccato il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020 in virtù del successo nel torneo di qualificazione disputato ad Hayang, in Cina. I due azzurri, dunque, potranno difendere la medaglia d’argento conquistata tre anni fa, in quella che sarà la terza partecipazione olimpica dopo Londra 2012 e Rio 2016. Un risultato che mette in luce la continuità ad alti livelli avuta in questi anni dalla formazione tricolore. Queste le parole ricche di orgoglio e soddisfazione dei due atleti italiani e del loro tecnico Matteo Varnier.

MATTEO VARNIER: “Sono molto contento del risultato ottenuto, ma soprattutto del percorso che stiamo facendo. In questa stagione, anche dopo l’infortunio di Daniele abbiamo continuato a raggiungere ottimi risultati, mantenendo una media punti importante. Per questo eravamo già sulla buona strada per la Qualificazione, è ovvio però che raggiungerla in questo modo ci rende più felici e ci permette di guardare alla prossima stagione con maggiore tranquillità. Il vero vantaggio, infatti, sarà quello di poter preparare la prossima stagione con più serenità e dunque con una programmazione migliore. Il torneo è stato difficile, come prevedibile dato il valore delle squadre in campo. I ragazzi hanno avuto il merito di rimanere concentrati e limitare gli errori in tutte le gare decisive, facendo davvero un ottimo lavoro”.

PAOLO NICOLAI: “Le Olimpiadi rappresentano la massima espressione agonistica per uno sportivo, dunque poter rappresentare l’Italia in questa manifestazione per la terza volta sarà fantastico: siamo orgogliosi e soddisfatti. Il torneo è stato lungo e difficile, ma abbiamo sfruttato al meglio la formula, che prevedeva tanti gironi e poche partite da dentro o fuori. In finale, poi, siamo riusciti ad esprimerci al meglio. Mantenersi ad alti livelli è sempre molto difficile, l’unico modo possibile per farlo è continuare a migliorarsi e noi in questo siamo stati bravi. Adesso siamo una squadra più forte rispetto a quella che eravamo a Rio, ma abbiamo anche avversari più forti. In questi mesi avremo il tempo di capire dove dobbiamo lavorare e faremo di tutto per arrivare a Tokyo nella migliore forma possibile”.

DANIELE LUPO: “E’ un risultato che ripaga il lavoro di questi tanti anni trascorsi insieme. Rappresentare l’Italia alla terza olimpiade sarà stupendo e vuol dire anche che per ben tre cicli olimpici io e Paolo abbiamo avuto la giusta costanza e la giusta determinazione per rimanere tra le migliori squadre al mondo. Per confermarsi a questi livelli serve tanto lavoro, tanto sacrificio ed è proprio ciò che abbiamo fatto noi in questi anni. Qui in Cina abbiamo disputato un torneo quasi perfetto, giocando tutte le gare ad altissimo livello. Non era facile soprattutto a livello mentale, dopo il torneo di Roma. Invece siamo stati bravi a rimanere concentrati e focalizzarci immediatamente su questo obiettivo. Siamo davvero orgogliosi”.