Il campionato italiano assoluto di Beach Volley ha assegnato il suo scudetto, a trionfare sulla spiaggia di Caorle sono state le romane Giulia Toti, classe 1989 e Jessica Allegretti, classe 1991 che festeggiano nuovamente dopo la vittoria della Coppa Italia lo scorso anno proprio a Caorle, e al maschile la nuova coppia formata dai già scudettati Matteo Ingrosso, tricolore nel 2010, e Alex Ranghieri, campione d’Italia nel 2014 e 2015.
Nella finalissima femminile di fronte la coppia vincitrice delle prime due tappe del campionato italiano assoluto 2019 formata da Giulia Toti e Jessica Allegretti ha affrontato le azzurre del Club Italia Claudia Scampoli e Alice Gradini. Senza troppa storia il primo parziale con Toti-Allegretti, risalite dal ramo perdenti del tabellone dopo la sconfitta di ieri con Lantignotti-Michieletto, avanti per tutta la durata del set chiuso alla fine 21-13. Secondo set analogo al primo con Toti-Allegretti in giornata, alla fine la vittoria per 21-17 vale lo scudetto per le romane che chiudono la finale vincendo, così come accaduto in apertura nella tappa di Milano, e festeggiando nuovamente sulla spiaggia che le ha viste trionfare in Coppa Italia lo scor so anno. Salgono sul terzo gradino del podio tricolore femminile Michela Lantignotti e Francesca Michieletto al termine di una lunghissima e faticosa finale per il terzo posto vinta ai vantaggi 2-0 su Debora Allegretti e Giada Godenzoni.

La finale maschile che ha visto di fronte Benzi-Ficosecco a Ingrosso-Ranghieri ha regalato spettacolo al pubblico di Caorle con quattro atleti di altissimo livello come dimostrato nel corso dell’intera stagione. Matteo Ingrosso, in coppia con Alex Ranghieri per questa finale scudetto, ha conquistato quattro tappe su cinque in questo campionato italiano mentre Paolo Ficosecco e Davide Benzi sono reduci dal secondo posto dell’ultima tappa di Palinuro persa proprio contro Matteo e Paolo Ingrosso. Un primo set combattutissimo tra due coppie di pari livello come dimostrato oggi in campo. Grandi colpi da una parte, e dall’altra prima del 21-19 che ha chiuso il primo parziale a favore di Ingrosso-Ranghieri. Il secondo appassionante set lo conquistano Benzi e Ficos ecco ai vantaggi 24-22 portando al tie break il verdetto tricolore. I muri di Ranghieri e le difese di Ingrosso per la vittoria del tie break 15-9, del match e dello scudetto 2019. Ranghieri torna a conquistare lo scudetto dopo averlo fatto nel 2014 e 2015 mentre Matteo Ingrosso ha conquistato il tricolore nel 2010.
Terzo gradino del podio per gli azzurrini Windisch – Cottafava che nella finale per il terzo posto hanno avuto la meglio su Abbiati e Andreatta col punteggio di 2-1.

Presenti nel week end di Caorle anche gli azzurri del beach Paolo Nicolai e Marta Menegatti che hanno ricevuto l’abbraccio del pubblico di Caorle: “E’ un piacere essere qui a Caorle – ha commentato Paolo Nicolai – ci sono tanti ragazzi e ragazze che hanno faticato sui campi di questo campionato italiano e il premio è quello di giocare di fronte a questo meraviglioso pubblico. L’appuntamento con le finali del World Tour di Roma avrà un sapore speciale per noi, la aspettiamo da tempo. Ho avuto la fortuna di giocare tutte le precedenti tappe a Roma, sarà un piacere farlo ancora una volta. Al momento siamo concentrati più sul nostro livello di gioco che sui risultati, siamo a buon punto le somme le tireremo alla fine. L’esperien za di Rio ci ha avvicinati molto a tante persone, siamo fieri di avere la responsabilità di rappresentare un intero movimento. E’ un peccato non essere in campo – le parole di Marta Menegatti – sono originaria della provincia di Rovigo e per me qui è casa ed è quindi bello esserci comunque. A Roma sarà speciale, un torneo stupendo e fondamentale ai fini della qualifica olimpica. Non vedo l’ora di scendere in campo. Siamo a buon punto, siamo soddisfatte soprattutto degli ultimi tornei che abbiamo giocato, siamo fiduciose e credo siamo sulla strada giusta. Invito tutti gli appassionati di beach volley e non di venire a Roma per seguirci ed innamorarsi di questo fantastico sport”.

Un soddisfatto Bruno Cattaneo, presidente della Federazione Italiana Pallavolo, ha voluto così commentare il week end tricolore di Caorle e più in generale l’edizione 2019 del Campionato Italiano: “Sono felice di essere qui a Caorle insieme alla nostra gente, che partecipa e fa il tifo per una grande giornata di beach volley. Grazie al Comune di Caorle, alla JBA e a tutti quelli che hanno collaborato per rendere possibile tutto ciò in una settimana partita con le tappe giovanili fino al master 60 giocato oggi. La sensazione che provo è quella di partecipar e ad una grandissima festa. Ho visto partite straordinarie. Stiamo vivendo un grande momento, sulla scia dell’entusiasmo per le due qualificazioni alle Olimpiadi del volley indoor sto vivendo anche qui grandi emozioni. Ci sono tutte le premesse per un’ulteriore crescita che ci proponiamo di fare già dal prossimo anno”.
La Federazione Italiana Pallavolo, che negli ultimi due anni ha rivisitato il Campionato Italiano, si è avvalsa per la tappa di Caorle della collaborazione del Comune di Caorle, della JBA Beach Volley col supporto del CR FIPAV Veneto portando suli campi della Piter Pan Arena oltre 500 atleti tra le tappe giovanili U16, U19 e U21, le categorie Master insieme alle 64 coppie della tappa scudetto dell’assoluto proiettandosi verso la sua ultima tappa, quella che assegnerà nel prossimo week end la Coppa Italia a Catania. Un campionato italiano che va avanti con un importante trend positivo con un +15% di presenze rispetto all’edizione 2018 alla data del 31 luglio, con un’attività che in generale ha potuto contare 328 tornei di serie Beach organizzati nel territorio italiano per un +53% rispetto al 2018.
Nel pomeriggio a Caorle sono stati assegnati anche gli scudetti master a Montanari Mauro – Mazzarini Luca (Master 40), Malavolta Marco – Cofani Daniele (Master 45), Papagna Carmine Roberto – De Angeli Paolo (Master 50), Meneghetti Mauro – Pilot Corrado (Master 55), Muccioli Daniele – Mazzotti Oscar (Master 60).