BB Competition e Marco Betti festeggiano la vittoria della Coppa Italia di classe Rally4, titolo conquistato sulle strade della Finale Nazionale Coppa Italia Rally, ambientata – nel fine settimana – al Rally del Lazio. Il pilota portacolori, al volante della Peugeot 208 Rally4 “gommata” Michelin e condivisa con Massimo Moriconi, ha concretizzato l’obiettivo primario, costruito sui chilometri della Coppa Rally di Zona 6, in Toscana, cornice che gli ha garantito la qualificazione alla “finalissima” di Cassino-Pico. Supportato tecnicamente dal team V-Sport, Marco Betti ha fatto leva su una strategia conservativa, in linea con le gerarchie di campionato, su fondi caratterizzati da asfalto bagnato, condizione che il driver non aveva mai affrontato al volante della “turbocompressa” francese. Una performance, quella di Betti, ridimensionata da alcuni problemi di natura tecnica riscontrati nella fase finale, particolare che – in condizioni di scarsa visibilità – non hanno ridimensionato un riscontro finale valso la conquista del titolo di Coppa Italia, della Michelin Zone Rally Cup ed un secondo gradino del podio nel secondo raggruppamento di R Italian Trophy, riservato al confronto tra vetture equipaggiate con pneumatici Michelin. Grande, la soddisfazione di Marco Betti all’arrivo: “tengo a ringraziare e condividere questi risultati con Claudio Arzà e Simona Righetti, per il fondamentale supporto in stagione. Fondamentale è stato anche il sostegno della mia famiglia, in particolare di mio padre e di mia moglie”.

 

Altamente soddisfacente anche il resoconto redatto da Simona Righetti, copilota impegnata al fianco del driver Andrea Volpi sulla Volkswagen Polo Rally2 messa a disposizione da Pool Racing. Ad esaltare la disamina della portacolori spezzina è la conquista della settima posizione assoluta, impreziosita dalla conquista della prima piazza tra gli equipaggi non interessati dal confronto di Coppa Italia e la vittoria nella Michelin Zone Rally Cup.

“Una bellissima esperienza – il commento di Simona Righetti – ringrazio Andrea per avermi voluto al suo fianco condividendo questo bellissimo risultato, in un contesto altamente impegnativo”.

Dal contesto moderno a quello storico, con BB Competition chiamata al confronto proposto dal Giro dei Monti Savonesi. A rappresentare il sodalizio spezzino è stato Jacopo Sarti, all’esordio su Opel Corsa ed affiancato da Walter Terribile. Una condotta, quella del pilota ligure, orientata alle posizioni del podio di categoria e rallentata da un testacoda accusato nella prima prova speciale della domenica, particolare che ha vanificato la corsa alle prime posizioni di categoria, quella relativa al periodo J2. Ad estromettere Sarti e tutti gli altri competitor in gara su Opel Corsa è stata, successivamente, una decisione della direzione gara inerente la misura degli pneumatici utilizzati.

Articolo precedenteVolley, Tuscania di nuovo in campo per il recupero con Lecce
Prossimo articoloCalcio, ULN Consalvo, sabato la festa per i cinquant’anni di storia del club