Galliano Marchionni, guardia di Giulianova
Galliano Marchionni, guardia di Giulianova

La quinta giornata della stagione regolare di Serie A di basket in carrozzina, la penultima dell’anno solare 2018 prima della sosta invernale, si preannuncia uno spartiacque pressochè decisivo nella corsa ai primi quattro posti, che valgono la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia al termine del girone di andata e poi i playoff Scudetto alla fine del girone di ritorno, in primavera. Una contro l’altra infatti nel corso del pomeriggio di sabato 8 dicembre, le quattro inseguitrici della capolista UnipolSai Briantea 84 Cantù: alle 17, in contemporanea, a Roma ci sarà Santa Lucia contro Key Estate Porto Torres, e a Porto Potenza Picena, S. Stefano Avis contro DECO Group Amicacci Giulianova; tutte e quattro a quota 6 punti in classifica, tutte e quattro in corsa per rimanere agganciate alla vetta.

La partita di Roma rappresenta per il Santa Lucia una prova del nove dopo un avvio di stagione per certi versi sorprendente: nonostante un roster numericamente indebolito nel corso dell’estate, i romani guidati da coach Fabio Castellucci hanno inanellato una serie di prestazioni di assoluto livello, tenendo testa alla Briantea nella prima giornata, e poi vincendo tre gare consecutive, l’ultima delle quali dopo uno spettacolare overtime a Giulianova. Il Key Estate Porto Torres è reduce dalla sofferta vittoria nel derby sardo contro la Dinamo Lab, partita specchio dell’avvio di stagione di una squadra dalle grandi potenzialità ed individualità, ma ancora alla ricerca della giusta continuità, sia nell’arco della stessa partita che più in generale nel corso di un avvio di campionato che l’ha vista tre volte vittoriosa ma anche nettamente sconfitta in casa da Giulianova.

Come detto, sempre alle 17 il S. Stefano Avis ospiterà proprio la DECO Group Amicacci Giulianova nel tradizionale derby dell’Adriatico tra due delle pretendenti più accreditate ad insidiare il dominio della UnipolSai Briantea 84. Gli abruzzesi una settimana fa hanno abbandonato il primo posto in classifica dopo la sconfitta casalinga contro il Santa Lucia, uno scivolone per certi versi inatteso e certamente doloroso per un gruppo che fin lì si era sempre espresso su ottimi livelli; per S. Stefano invece l’obiettivo è non perdere il passo della capolista Briantea, contro cui è arrivata l’unica sconfitta (di misura e in trasferta) di questo ottimo girone di andata, in cui il gruppo di coach Ceriscioli sembra aver gradualmente trovato la giusta chimica, dopo la brutta iniziale caduta in Supercoppa Italiana.

Nella parte bassa della classifica, incrocio tra due squadre ancora in cerca della prima affermazione: a Varese i biancorossi padroni di casa ospitano la neopromossa Dinamo Lab; per entrambe una vittoria sarebbe importante per lasciare l’ultima posizione in graduatoria e riaccendere le speranze di avvicinarsi alle prime quattro ed evitare i playout. In serata poi (ore 20.30), il derby lombardo tra la capolista UnipolSai Briantea 84 e l’SBS Montello, terza squadra ancora a quota zero in classifica. Turno quindi sulla carta ampiamente favorevole ai Campioni d’Italia in carica, che con una vittoria prenderebbero sicuramente altro margine su due delle inseguitrici.