Giulio Papi contro la difesa francese

La Nazionale italiana di basket in carrozzina chiuderà il proprio Europeo oggi alle 12.15 con la finale per il quinto posto, conquistata dopo aver battuto oggi la Francia 63 a 51, nella prima sfida tra la sconfitte dei quarti di finale. Migliorato il risultato dell’Europeo 2017, quando l’Italia finì al settimo posto; consolazione, seppur magra, dopo il k.o. con la Turchia che ha significato addio al sogno paralimpico. Nella finalina per assegnare il quinto e sesto posto, avversaria sarà ancora la Polonia, già battuta dagli azzurri nella fase a gironi, in quello che è stato forse il momento più brillante di questa avventura europea.

Con la Francia è stata una partita condotta dall’Italia per tutti e 40 i minuti; disinnescate presto le insidie che presentava il match, più di natura psicologica e motivazionale che tecnica. Coach Di Giusto ha alternato il quintetto iniziale con Bedzeti e Geninazzi come lunghi a formazioni inedite, concedendo minuti anche a chi ha avuto meno spazio in questo torneo. Rimasto a riposo precauzionale invece Marco Stupenengo, colpito da una lieve indisposizione in mattinata. L’Italia ha scavato presto un divario superiore alla doppia cifra di vantaggio e di fatto ha amministrato ritmo e inerzia del match fino alla sirena finale senza particolari difficoltà. Buona prestazione di Domenico Miceli, che chiude con 11 punti e 4 assist, mentre nella ripresa ha trovato ritmo in attacco soprattutto Giulio Maria Papi, autore di 15 punti. Ma sono ben 9 gli azzurri a referto alla fine.

Sempre oggi il Campionato Europeo conoscerà il proprio epilogo alle ore 17 con la finale tra la Gran Bretagna (che ha superato la Turchia 94 a 81) e la Spagna (che ha battuto la Germania).