Giulio Maria Papi contro l'Olanda

Brusca, inaspettata e per certi versi clamorosa frenata dell’Italia del basket in carrozzina ai Campionati Europei in corso di svolgimento a Madrid: nell’ultimo match del girone B in programma nella mattinata di mercoledì 8 dicembre, gli azzurri perdono nettamente contro l’Olanda quello che era a tutti gli effetti uno spareggio per concludere al secondo posto del gruppo. Il finale 82 a 53 ben racconta l’andamento di una partita che l’Italia semplicemente non ha giocato, andando sotto fin dalle primissime battute del primo quarto, senza mai reagire.

Lo scivolone non pregiudica la qualificazione ai quarti di finale, che si giocheranno già domani alle ore 17.45, ma costringe l’Italia ad affrontare una squadra di certo più temibile di quanto non sarebbe successo vincendo: la perdente dell’incrocio tra Germania e i padroni di casa della Spagna (partita in programma in serata) sarà infatti la prossima avversaria sul cammino degli azzurri.

La cronaca del match contro l’Olanda è presto fatta: gli orange dominano fin dai primi possessi, salendo subito 7 a 0 e poi chiudendo il primo quarto avanti 24 a 8. La stessa difesa che appena un giorno fa aveva costretto la Gran Bretagna campione del Mondo a tirare sotto il 40%, oggi contro gli olandesi non trova automatismi né intensità, concedendo addirittura il 71% dal campo fino alla fine del terzo quarto. L’attacco non va meglio: l’Italia soffre terribilmente la pressione alta degli avversari, non riuscendo quasi mai a costruire un tiro comodo. Gli azzurri perdono fiducia e la panchina non offre alcun cambio di passo rispetto allo starting five. L’Italia segna appena 16 punti nei primi 20 minuti, saranno poi 28 dopo 30’, prima del prolungato garbage time del quarto quarto.

Come detto, tuttavia, l’Europeo della Nazionale italiana non è certo finito qui: domani la gara secca che vale l’accesso ad una semifinale che manca addirittura dal 2009. In palio poi rimangono i cinque posti valevoli per la qualificazione ai Campionati del Mondo del 2022.

Articolo precedenteRcf Roma Sud, Caroli trionfa a Colonna: “Spero che gli infortuni mi diano una tregua”
Prossimo articoloCala il sipario su Dante e Vetralla, domenica 12 terza e ultima passeggiata-racconto