Urwin Juaquin (Manguera Prensa)

Saranno UnipolSai Bologna e Parmaclima a giocarsi domenica pomeriggio alle 15, al Nino Cavalli, un posto nella prossima Coppa Campioni. Le due formazioni che hanno già rappresentato l’Italia nel torneo che si è disputato ad Ostrava sono riuscite ad avere la meglio dell’Hotsand Macerata e del Nettuno al termine di due semifinali che si sono risolte nel finale.

I ragazzi di Lele Frignani hanno staccato il pass per la finale di Parma riuscendo a trovare la strada giusta solo all’ottavo inning, dopo aver sofferto le traiettorie di Quattrini e la vivacità di un attacco che ha messo insieme quattordici hit. Bologna è stata però brava ad approfittare delle difficoltà dei rilievi per effettuare il sorpasso.

Al 1° il triplo di Batista porta in vantaggio Gonzalez, ma al cambio di campo Bologna ribalta il punteggio con le valide di Marval e Leonora che mandano a casa Bertossi e Martini. Dalla seconda ripresa riprende in mano il match il team marchigiano: pareggio al secondo con Splendiani sul singolo di Gonzalez; al 3° Lopez batte un singolo e segna sull’errore del ricevitore; al quarto è Gonzalez che fa fare il giro delle basi a Morresi. Al 5° Macerata vola sul 7-2 con tre punti: Lugo, con un doppio, fa segnare Di Turi e Baro e tocca a sua volta il piatto sul doppio di Luciani.

Gabriele Quattrini tiene a secco le mazze dell’UnipolSai per cinque lunghissime riprese, ma al 7° i bolognesi accorciano le distanze (7-3) grazie alle valide di Dreni, autore del punto, Dobboletta e Martini. All’ottavo Bologna cambia il volto alla gara con un interminabile big-inning segnando sette punti, grazie alle valide di Dreni e Bertossi e a sette basi ball concesse dai rilievi Wernett e Pieretti. Per sette innig Quattrini, che ha chiuso con 123 lanci e 9 strike out, ha tenuto a freno il line-up di casa, facendo sognare la vittoria all’Hotsand.

Il Parmaclima, davanti al pubblico amico del “Nino Cavalli”, si è guadagnato la possibilità di difendere il titolo continentale superando (9-2) il Nettuno 1945, al termine di un incontro che si è risolto nel finale, dopo un dopo e risposta al 3° inning. I campioni d’Europa hanno sfoderato un attacco da quindici valide (3/5 Leo Rodriguez, 4pbc; 2/2 Mineo e Astorri). Nettuno è stato in partita per due terzi di gara, poi ha dovuto arrendersi.

La gara si sveglia al terzo, dopo due riprese dominate dai partenti Pecci (5rl-6bv-5bb-2so) e Aldegheri (4rl-3bv-5bb-3so). Il gran doppio di Beppe Mazzanti (2/3) fa segnare Mercuri e Lino, ma la replica del Parmaclima non si fa attendere: Leo Rodriguez con un singolo manda a casa Desimoni, mentre la volata di sacrificio di Sambucci permette a Sebastiano Poma di firmare il 2-2. Su questo punteggio si arriva al 7°, nel quale i ducali passano per la prima volta in vantaggio. Rodriguez batte un singolo, va in seconda sulla base a Mineo e a casa sulla hit di Sambucci. Mineo segna poi il 4-2 sulla rimbalzante di Juaquin. La squadra di Gianguido Poma chiude i conti all’ottavo con cinque punti su Valerio Simone, frutto delle valide di Rodriguez, Sambucci e Astorri e alle basi concesse a Mineo e Battioni.

Final Four Qualificazione Coppa Campioni. Semifinali, UnipolSai Bologna-Hotsand Macerata 10-7, Parmaclima-Nettuno 9-2. Domenica, finale: ore 15, a Parma, UnipolSai Bologna-Parmaclima.