Samuele Bruno (64) segna e viene accolto da Tommaso Nanii (57) e da Enrico Buin (65). (Credit: Lynx Productions)

L’Italia di Francesco Aluffi accede alla semifinale dalla porta principale grazie al successo per 10-2 su Israele che certifica il percorso netto (4-0) di Italia Baseball U-18 dopo la prima fase dell’Europeo di categoria. Adesso ad attendere Samuele Gamberini – protagonista di un triplo, un fuoricampo, una base su ball ed un totale di 4 punti battuti a casa – e compagni sarà una giornata di riposo, venerdì 9 luglio, che gli azzurrini sfrutteranno per ricaricare le batterie in vista della fase finale del torneo. Il nome della prossima avversaria uscirà dalla partita di domani sera tra Germania e Spagna, appaiate in testa al gruppo B. L’unica cosa certa al momento è che Italia Baseball si giocherà l’accesso alla finale sabato 10 luglio alle ore 20.

Il pregio delle grandi squadre è quello di far sembrare tutto semplice. È questo che l’Italia ha fatto contro Israele. Gli azzurrini hanno giocato sapendo che con una vittoria avrebbero vinto aritmeticamente il gruppo A, avanzando in semifinale da prima della classe, eppure non hanno risentito della pressione ed hanno mantenuto il sangue freddo in tutti i (pochi) momenti potenzialmente critici della partita. Come nel primo inning, quando un tiro leggermente fuori misura da parte dell’interbase Tommaso Nani ha messo in base il leadoff israeliano Kai Friesem (inning poi chiuso con un doppio gioco 3-6-1 ed un groundout 5-3), oppure nel quarto inning, dove un paio di errori ed una base su ball di Francesco Gabbari – aggiunto al roster alla vigilia del campionato – ha permesso a Israele di riempire le basi. L’Italia, con Gabbari (4IP, 3H, 2R, ER, 3BB, 3K) sul monte, ne esce con un solo punto subito (base su ball a Uri Shani) proteggendo un risultato costruito dall’attacco nei primi tre inning contro il partente Ivri Margolin e la sua difesa, colpevole di quattro errori nei primi tre attacchi. Se nel primo inning Israele ha fallito l’opportunità di aprire la partita con un punto non sfruttando a dovere un errore azzurro, l’Italia ancora una volta in questa 31esima edizione del Campionato Europeo di Baseball si è dimostrata più cinica e nel primo inning William Wong è stato capace di arrivare a casa su una linea a destra di Samuele Bruno che arriva poi in terza base su un regalo dell’esterno destro. L’Italia colpisce ancora nel terzo inning prendendo il largo con un totale di quattro punti che portano le firme di Samuele Gamberini (triplo che spinge a casa Wong), Samuele Bruno (singolo) e di Enrico Buin e Tommaso Adorni che corrono a casa su una serie di pasticci difensivi di Israele per il parziale di 5-0.

Vincenzo Bruno in azione sul monte di lancio (Credit: Lynx Productions)

Subito il primo punto forzato con la base ball a Shani, l’Italia torna a fare la voce grossa: una valida di Nicholas Bertoldi ed un errore del seconda base avversario apparecchiano la tavola per Samuele Gamberini, che sparecchia velocemente con un potente swing che vale il primo fuoricampo italiano di questo Europeo, uscito ben oltre l’esterno sinistro.

Israele torna a minacciare Francesco Gabbari (uscito senza eliminati e con due uomini in base) e l’Italia nel quinto inning, ma il suo sostituto Vincenzo Bruno – nonostante una base su ball che riempie le basi – ne esce con due strikeout permettendo soltanto un punto su out produttivo di Bobrov. La squadra ospite ci riprova ancora nel sesto mettendo due uomini in base, ma ancora una volta la difesa azzurra si mette in mostra con lo stesso Vincenzo Bruno che fa partire un doppio gioco sulla rimbalzante centrale di Kai Friesem ponendo fine alla ripresa. I ragazzi di Aluffi invece non danno l’impressione di volersi fermare e prima guadagnano tre basi su ball, poi segnano i punti del 10-2 su una battuta lungo linea di sinistra da Tommaso Giacomini, entrato ad inizio gara a difendere il piatto di casa base al posto di Samuele Bruno. La partita termina con la prestazione di Francesco Cappuccini, salito sul monte per gli ultimi tre out che consentono all’Italia di chiudere con il quarto successo consecutivo.