Il campionato europeo under 23 di Verona e San Martino Buon Albergo ha scelto le quattro semifinaliste che venerdì si giocheranno un posto nella finalissima e il pass per i Mondiali. A Olanda, Italia e Gran Bretagna promosse dopo la seconda giornata si è aggiunta giovedì la Germania, che a suon di fuoricampo ha travolto il Belgio. La Rep. Ceca finisce addirittura quarta.

L’Olanda ha sbrigato in mattinata a San Martino Buon Albergo la pratica Ucraina (10-0 al 6°) senza premere sull’acceleratore e lasciando le briciole agli avversari grazie a Postelmans (4bv-5so).

Il regno dei Paesi Bassi va subito in vantaggio con il triplo di Rip, a casa sulla rimbalzante di Delassa. Al 4° il raddoppio di Van de Sanden che firma un singolo e va a punto sulle hit di Piternella e Kemp. I ragazzi di Sidney De Jong allungano definitivamente al 5° con un big-inning da sette punti: Rip apre la ripresa con un doppio e va a casa sulla hit di Kops, che a sua volta segna grazie a Piternella, che corre a casa insieme a Selassa sulla valida di Silberie. L’attacco oranje firma anche un fuoricampo da tre punti di Lourens Martie, che permette di andare sul 9-0. Silberie manda tutti sotto la doccia con il singolo che fa segnare Kops.

La Germania si è garantita l’accesso alla zona medaglia strapazzando il Belgio (10-2) a suon di fuoricampo. Nella sfida disputata a San Martino Buon Albergo i tedeschi di Steve Jansen hanno spedito oltre la recinzione ben cinque palline, due battute da Marco Cardoso (3/4, 4pbc) e Simon Baumgardt (2/4, 3pbc) e una da Lou Helmig. La Germania ha messo subito sulla strada giusta il match con l’homer di Cardoso e il triplo di Grimes, a casa su un errore difensivo. Il Belgio ha accorciato le distanze al 3° con una volata di sacrificio di De Bauwer, ma al cambio di campo il singolo di Cardoso e il fuoricampo di Baumgardt hanno portato i tedeschi sul 5-1. Cardoso, dopo la base a Dinski e al singolo di Walther, fa lievitare il punteggio sull’8-1 con la seconda legnata di giornata. Dopo il punto di Walther su un errore, Baumgardt e Helmig al 6° fissano il risultato finale sul 10-2 grazie ad un fuoricampo a testa. La Germania rimane tra le grandi, mentre il Belgio esce dal podio due terzi posti.

La Repubblica Ceca, campionessa 2019, scende dal trono con una vittoria sulla Francia, grazie ad una clamorosa rimonta dallo 0-5 al 7-5. I cecki hanno iniziato il nono inning sotto 5-2, ma una serie di basi ball e un colpito da parte di Pontiac e Moore hanno fatto pienare le basi, segnare il punto di 5-3, prima di un grande slam di Chlup che ha cambiato improvvisamente il volto di una gara che sembrava già segnata. I transalpini si sono portati sul 3-0 andando a segno nelle prime riprese, grazie rispettivamente ai tripli di Brossier e Paula, a segno con una rimbalzante, e con il doppio di Zan. Un altro doppio, di Paula, ha portato il punteggio sul 5-0 al 5°. Al cambio di campo i ceki hanno avuto un sussulto, segnando prima grazie alla volata di sacrificio di Zelenka, poi sul singolo di Riegger. Lacombe (3bv-4so, 4.1rl) ha messo in difficoltà i campioni uscenti, mentre Pontiac ha tenuto ben per riprese, prima di cedere al nono, con due basi ball, il posto a Eric Moore. Il secondo riievo ha colpito Ondrusek e ha dato la base a Kubica, che ha fatto segnare il 5-3. Marek Chlup ha spedito lontanissima la pallina oltre la recinzione, regalando la prima gioia alla Rep. Ceca.