Riccardo Bertosso saluta i compagni dopo aver battuto il grande slam (Lynx_prod)

Un grande slam di Riccardo Bertossi consegna all’Italia la qualificazione per le semifinali del 3° Europeo under 23, in svolgimento in Veneto. Al Gavagnin-Nocini di Verona mercoledì ha superato la Francia nella seconda eliminatoria (8-4 il finale), al termine di un incontro gradevole, ben giocato dalle due squadre e dalle difese (un solo errore commesso), che ha confermato la bontà della formazione azzurra che ha toccato al momento giusto i lanci dei pitcher avversari, difendendo poi il risultato con le ottime prestazioni di Mattia Aldegheri ed Eduardo Peluso. La vittoria della nostra nazionale, che rimane a mille come la Gran Bretagna, sancisce anche la matematica e clamorosa eliminazione della Repubblica Ceca campione uscente, che ha subito due sconfitte di fila.

Il confronto di giovedì sera contro gli inglesi sarà fondamentale per il primo posto del girone A e per evitare l’Olanda nei playoff, che grazie a due ottime prove è già sicura del primato. Unica nota stonata della serata gli infortuni di Paolini e di Peluso che verranno valutati nelle prossime ore dallo staff medico italiano.

L’Italia ha iniziato la sfida con i transalpini portando a casa il lead-off Riccardo Bertossi. L’esterno dell’UnipolSai ha ricevuto la base da Clement Esteban, è avanzato in terza sul singolo di Paolini e a casa su balk. Paolini ha segnato il 2-0 sulla hit di Meliori lungo il foul di destra, prima di venire eliminato in seconda. La Francia ha accorciato le distanze nella parte alta del secondo inning, con lunghissimo fuoricampo di Mael Zan. Aldegheri ha eliminato personalmente gli altri tre battitori.

Gli azzurri danno la spallata decisiva al match al 2° attacco: il partente Esteban, portacolori de La Rochelle, riempie i cuscini con un colpito e due basi ball. Il manager francese chiama sul monte Josè Paula, che ha iniziato come battitore designato. Riccardo Bertossi battezza il nuovo pitcher avversario con grande slam, un missile terra-aria che esce in linea alla sinistra del Gavagnin-Nocini. I ragazzi di Alberto D’Auria, mentre Aldegheri e il rilievo Peluso collezionano una bella serie di eliminazioni, tornano a mettere punti nel tabellone senza fatica: Paula colpisce sia Battioni che Bertossi, che fanno il giro delle basi a suon di lanci pazzi e palle mancate, facendo lievitare il punteggio sull’8-1. Al 6° i galletti rendono meno pesante il passivo andando a segno tre volte sul secondo rilievo Bonvini che fa segnare Maxence Esteban (in base per scelta difesa e in terza su errore) con una volata di sacrificio di Brossier e poi concede una base e due valide per portano la Francia sull’8-4. D’Auria chiama sul mound Marco Artitzu, anche se è il catcher Da Re a chiudere la ripresa annullando un tentativo di rubata. Il pitcher del Senago nell’ultima ripresa trova con continuità l’area di strike e annulla le ultime velleità francesi.