Una giornata promozionale nel Parco Regionale del Monte Barro (LC) per avvicinare alla natura e alla montagna bambini e famiglie, con tre proposte escursionistiche pensate per le diverse fasce di età dei giovanissimi partecipanti. La meta saranno i Piani di Barra, dove sarà consumato il pranzo al sacco e, nel pomeriggio, saranno organizzate attività ludiche in collaborazione con la Cooperativa SocialeEliante, che opera nel campo della sostenibilità ambientale.

Queste le caratteristiche della seconda edizione del Raduno Family CAI, in programma domenica 23 settembre (ore 8.30-16.30), che tornadopo i positivi riscontri dell’anno scorso al Parco di Monza (oltre 200 partecipanti).
L’appuntamento è organizzato da cinque Sezioni lombarde del Club alpino italiano (Milano, Lecco, Mariano Comense, Macherio e Vedano al Lambro), in collaborazione con l’Ente parco. Si tratta di Sezioni che hanno già strutturato al proprio interno dei gruppi “Family” per soddisfare le esigenze e i desideri dei nuclei familiari di Soci.

Il primo itinerario (Percorso Blu) èadatto a famiglie con bambini da 0 a 3 anni e potrà essere percorso anche con i passeggini. Il ritrovo è fissato per le ore 10 presso il parcheggio del Parco in Via Balassi a Galbiate (LC), mentre la partenza è prevista per le ore 10.30. Prevista un’ora circa di passeggiata.

Il secondo (Percorso Verde) èpensato per famiglie con bambini da 3 a 6 anni. Il ritrovo è fissato per le ore 9.00 presso il parcheggio di Villa Bertarelli a Galbiate (LC) e la partenza è prevista per le ore 9.30. Previste circa 2 ore di salita lungo i sentieri del parco, con la visita guidata del MEAB – Museo Etnografico dell’Alta Brianza.

Il terzo (Percorso Rosso) è rivolto a famiglie con bambini dai 6 anni in su. Il ritrovo è fissato per le ore 8.45 presso il parcheggio del Bennet, lungo la SP 538 a Pescate (LC), e la partenza è prevista per le ore 9.00. Bambini e genitori effettueranno circa 3 ore di salita lungo i sentieri del Parco, durante le quali si terrà la visita guidata degli scavi di Monte Castelletto.

“Il Family CAI è un’intuizione geniale, sorta spontaneamente negli ultimi anni in diverse Sezioni per le giovani famiglie desiderose di far sperimentare ai propri figli il contatto con la natura, in modo accattivante e con modalità costruite su misura per loro”, afferma il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti, che sarà presente al raduno. “È un progetto ambizioso e, a mio avviso, destinato ad affermarsi in modo crescente, proprio perché non si rivolge a singoli Soci, ma a interi nuclei familiari, rendendo contemporaneamente protagonisti di nuove esperienze di avventura genitori e figli”.

Il raduno sarà inoltre un’occasione per compiere gesti di solidarietà verso che ne ha bisogno: i bambini potranno donare i propri scarponcini da trekking usati, che sarannospediti in Thailandia e consegnati come sostituti delle scarpe ortopediche ai giovanissimi ospiti dellaCasa degli Angeli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here