Al ritorno in gara dopo le Olimpiadi, l’azzurro Eyob Faniel chiude al dodicesimo posto con il tempo di 28:30 sui 10 chilometri a Herzogenaurach, in Germania, nella domenica del doppio record mondiale femminile. Nei 10 km è la keniana Agnes Tirop con 30:01 a superare il primato in competizioni dedicate alle donne che resisteva da diciannove anni (30:29 della marocchina Asmae Leghzaoui a New York l’8 giugno 2002). L’etiope Senbere Teferi vola nei 5 km in 14:29 che è il miglior crono di sempre sulla distanza, più veloce anche in confronto al 14:43 della keniana Beatrice Chepkoech in gara mista (lo scorso 14 febbraio a Monaco) oltre che al 14:44 dell’olandese Sifan Hassan ottenuto in una prova “only women” (due anni fa sempre nel Principato, il 17 febbraio 2019). In una delle tre distanze sulle quali Faniel detiene il record italiano (28:08 nella scorsa stagione in coabitazione con Daniele Meucci), è un primo test per ricominciare in vista della prossima maratona. Il vicentino delle Fiamme Oro riparte da qui nel cammino di preparazione per la 42,195 km di New York, in programma tra un paio di mesi, dove cercherà di far meglio rispetto alla rassegna a cinque cerchi (ventesimo con 2h15:11 nel caldo umido di Sapporo). A vincere è il keniano Rhonex Kipruto in un formidabile 26:43, terzo crono di sempre, a diciannove secondi dal suo primato mondiale, ma corre in meno di ventisette minuti anche lo junior etiope Tadese Worku (26:56).