Quinto posto per Leonardo Fabbri. Nell’ultima tappa stagionale del World Athletics Indoor Tour, sulla pedana del getto del peso, l’azzurro chiude con 20,29. Il fiorentino dell’Aeronautica non riesce quindi a ripetere le eccellenti misure realizzate quest’anno: finora aveva infatti superato la barriera dei 21 metri in tutte le quattro precedenti uscite, arrivando dieci giorni fa al record italiano al coperto con 21,59 a Stoccolma. Dopo aver iniziato con due nulli, la serata di “Leo” prosegue con tre lanci poco oltre i venti metri: 20,11-20-29-20,18 per concludere con un altro nullo. Era il secondo impegno della settimana per il 22enne toscano, dopo il 21,44 di mercoledì a Sabadell, in attesa dell’appuntamento principale di questa stagione indoor: gli Assoluti del weekend ad Ancona, con la gara del peso in programma domenica alle ore 16.35.

Dopo un ottimo riscaldamento, ho forzato troppo al primo tentativo – commenta Fabbri – che è stato un nullo, come il secondo. Peccato, sono stato quindi costretto a rallentare l’azione, ma devo anche dire che un anno fa ci avrei messo la firma su un risultato di questo tipo. Prendo la gara di oggi come un allenamento. Sicuramente sarò ancora più arrabbiato domenica ad Ancona”. Vittoria all’ultimo lancio del croato Filip Mihaljevic, che firma il personale indoor con 21,74 e supera il polacco Konrad Bukowiecki (21,73) e il ceco Tomas Stanek (21,54). Nei 60 ostacoli l’italo-polacca Angelika Wegierska (Atl. Firenze Marathon) si piazza quinta in batteria con il tempo di 8.24, senza qualificarsi per la finale.