Futuro, passione e risultati di qualità. È festa, a Parma, per la prima giornata dei Campionati Italiani Cadetti. Il sabato tricolore incorona i più veloci under 16 d’Italia: titolo che spetta ad Alice Pagliarini (Marche) e Francis Pala (Lombardia) con le rispettive vittorie negli 80 metri, la cadetta in 9.86 (+1.3 il vento, dopo il 9.80/-0.6 della batteria), il cadetto non ancora 14enne con 9.38 controvento (-3.2). Non tradisce le attese il saltatore del Lazio Aldo Rocchi, vincitore lo scorso anno nel triplo e stavolta nel lungo, con 7,01 (-1.1). Cresce negli 80hs la trentina Sofia Pizzato, al personale di 11.38 in batteria (+0.5) e poi al successo con 11.42 in finale (-1.0). Interessanti le sfide dei 2000 metri: al maschile, detta legge Manuel Zanini (Lombardia) con il PB di 5:42.11, al femminile la 2007 (primo anno di categoria) Viola Paoletti, mezzofondista fiorentina, si migliora fino a 6:23.86 e supera l’altra toscana campionessa uscente Sonia Tissi (6:26.74). Ed è un’atleta 2007 anche Raffaella Tsimi Atana, triplista, portacolori del Lazio, decollata a 12,18 (vento nullo). Progressi, nel martello, per l’atleta di casa Margaret Mannering (Emilia-Romagna) che allunga a 55,07. Nella prima giornata tricolore, l’affetto dei giovanissimi travolge il campione olimpico Massimo Stano, testimonial dell’evento, tra premiazioni dei vincitori, centinaia di selfie con i ragazzi e incoraggiamenti per la loro carriera. Domenica mattina (diretta su www.atletica.tv dalle 9) si assegnano altri sedici titoli italiani e il trofeo a squadre: si riparte dal primo posto del Lazio nella classifica combinata cadetti+cadette (352 punti) davanti a Lombardia (344,5) e Veneto (343). Al comando nelle classifica cadetti c’è sempre il Lazio (180 punti) e in quella cadette il Veneto (180 punti).