Una domenica tricolore per la 15esima Treviso Marathon, valida quest’anno come Campionato italiano master di maratona. A trionfare l’ex idraulico keniano Gilbert Kipleting Chumba, che dopo il 36° km si libera della compagnia di Raymond Kemboi Chemungor e va a vincere in 2h12:19 con oltre un minuto di vantaggio nei confronti del connazionale, secondo in 2h13:29. Tra le donne, al 38° km l’attacco decisivo che consegna il successo all’etiope Medina Deme Armino in 2h33:17, davanti alla keniana Euliter Jepchirchir Tanui (2h34:46). Ma quella di oggi è stata soprattutto la giornata dei tantissimi “over 35” che hanno partecipato alla rassegna nazionale sulla distanza dei 42,195 chilometri.

Master… continentale
Trasferta di successo ai Campionati Europei Master indoor per gli “over 35” dell’atletica italiana, che tornano da Madrid con 101 medaglie: 28 ori, 36 argenti e 37 bronzi. Mai così tante fuori dai confini nazionali, per battere il precedente massimo storico del 2011 a Gent dove arrivarono 91 metalli anche se in quell’occasione con 40 vittorie. Il bilancio si arricchisce nell’ultima giornata, che porta altri 14 piazzamenti sul podio (5-3-6), e il record europeo M50 della staffetta 4×200 con Walter Comper (Atl. Virtus Castenedolo), Claudio Fausti (Atl. Virtus Castenedolo), Roberto Barontini (Atl. Pistoia) e Alfonso De Feo (Liberatletica Roma) in 1:35.35.