Ottavo posto con un pizzico di amarezza per Filippo Randazzo nella finale del salto in lungo. Il siciliano non va oltre i 7,99 (due salti validi e quattro nulli) nella battaglia vinta dal greco Miltiadis Tentoglou con 8,41 (la stessa misura del cubano Juan Miguel Echevarrìa, battuto per il secondo miglior salto, 8,15 contro 8,19). Qualificate alle semifinali dei 200 metri dell’ora di pranzo sia Dalia Kaddari (23.26, -0.3) che Gloria Hooper (23.16, +0.3); le rivedremo in pista alle 12:25 italiane. Una promozione e una eliminazione nei 1500 metri donne: passa Gaia Sabbatini (4:05.71), mentre non ce la fa Federica Del Buono (4:07.70). Assegnato l’oro dei 100hs: la portoricana Jasmine Camacho-Quinn lo fa suo con 12.37 (-0.3). Più tardi, intorno alle 11:50 italiane, le premiazioni delle medaglie d’oro Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi. Subito dopo, via alle gare, con quattro azzurri in finale: Daisy Osakue nel disco, Ahmed Abdelwahed e Ala Zoghlami nei 3000 siepi, Nadia Battocletti nei 5000 metri.