Domenica 9 maggio doppia tappa per il World Athletics Continental Tour Gold, secondo circuito internazionale per prestigio e rilevanza. Nella mattinata italiana allo stadio Olimpico di Tokyo va in scena Ready Steady, il test-event ufficiale dell’atletica a 75 giorni dalla cerimonia inaugurale dei Giochi. E se la curiosità è soprattutto per scoprire ogni dettaglio del nuovo stadio giapponese già sede del circuito nel 2020 e per cominciare a immergersi nell’atmosfera olimpica (cast completamente nipponico, tra cui lo sprinter Yoshihide Kiryu e il saltatore in alto Naoto Tobe), il livello tecnico decolla nell’altro evento della giornata, quello che avrà luogo nella tarda serata italiana: gli Usatf Golden Games in California, a Walnut, non lontano da Los Angeles. In una sfilata di star, tenta il colpo il triplista azzurro Tobia Bocchi (Carabinieri), al debutto nella stagione all’aperto dopo il quarto posto degli Europei indoor di Torun.

“Sono partito domenica scorsa – racconta Bocchi dagli States – una settimana prima per essere sicuro di riuscire ad ‘aggiustarmi’ con il fuso. Farò solamente questa gara negli Usa: insieme al mio allenatore, manager e gruppo sportivo abbiamo preso la decisione di venire qua perché è l’unica gara di triplo di categoria A (in termini di ranking) in questo periodo. A giudicare dagli iscritti si prospetta una gran bella gara”. Per provare a scalare posizioni nel ranking che potrebbe portare ai Giochi di Tokyo (se non addirittura centrare lo standard di 17,14) Bocchi affronterà nomi di peso del triplo mondiale: soprattutto l’argento olimpico e iridato Will Claye, terzo uomo di ogni epoca con il 18,14 del 2019, e con lui anche gli altri americani Donald Scott e Chris Benard. Appuntamento in pedana alle 22.55 italiane di domenica, le 13.55 in California.

Dallas

In attesa della Wanda Diamond League (al via il 23 maggio a Gateshead) le stelle americane scalpitano. Tutti d’un fiato: primi 200 metri dell’anno all’aperto per il campione del mondo Noah Lyles, un nuovo 400 per Michael Norman dopo il 44.67 di Eugene, debutto stagionale nei 400hs per l’argento mondiale Rai Benjamin, un altro sprint che si annuncia di fuoco per la velocista Sha’Carri Richardson leader mondiale dei 100 (10.72), il duello tra Allyson Felix e la bahamense Shaunae Miller-Uibo nei 200, la primatista del mondo Kendra Harrison nei 100hs. E tanto altro. Tra cui pure la singolare sfida di uno dei giocatori di football americano considerati più veloci (DK Metcalf dei Seattle Seahawks) a frecce Usa dello sprint come Mike Rodgers e Devin Quinn. Tutto da gustare anche il mezzofondo con l’oro mondiale Donavan Brazier negli 800 e al femminile la britannica Laura Muir, il ritorno di Evan Jager nelle siepi, ma anche le pedane con la greca Katerina Stefanidi e KC Lightfoot nell’asta, la pesista giamaicana Danniel Thomas-Dodd.