Roma 13/09/2018. Conferenza Stampa Fidal Foto Samantha Zucchi Insidefoto/Fidal

Pace, integrazione, inclusione, solidarietà: sono questi i principi ispiratori della “Rome Half Marathon Via Pacis”, evento promosso per il secondo anno da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, in collaborazione con la FIDAL – Federazione Italiana di Atletica Leggera -, con il patrocinio e la collaborazione del MIBAC e il patrocinio del CONI, CIP, Comunità Europea, MIUR, Regione Lazio, ICS, CESV, CSI e della Nelson Mandela Foundation che, ha inserito la Via Pacis tra gli eventi internazionali commemorativi del centenario della nascita di Nelson Mandela. Leader sudafricano al quale è stata dedicata la medaglia della Via Pacis, il cui bozzetto originale è stato realizzato dall’artigiano Dante Mortet.

L’iniziativa è stata presentata al Colosseo dal direttore artistico Lorena Bianchetti, alla presenza della Sindaca di Roma Virginia Raggi, di Mons. Melchor Sanchez de Toca, del Presidente Fidal Alfio Giomi, dell’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia, del Direttore del Parco Archeologico Colosseo Alfonsina Russo e del Sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali, Gianluca Vacca. Con loro Yeman Crippa, l’azzurro bronzo europeo dei 10.000 metri.

La seconda edizione si svolgerà domenica 23 settembre, con partenza alle ore 9 da Piazza San Pietro, e sarà aperta a tutti coloro che, attraverso questa grande manifestazione sportiva popolare vogliono dire No alla violenza, No al razzismo, No alla discriminazione di ogni genere e provenienza. Ecco perché, per le strade della Capitale, correranno donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati, ognuno con il suo pettorale, ognuno con il suo messaggio di pace che rilascerà, a traguardo raggiunto, in alcune colonne trasparenti che simboleggiano le colonne della pace. Le frasi e le testimonianze raccolte saranno successivamente pubblicate nel libro “Via Pacis”. Ispirata al tradizionale pellegrinaggio delle sette chiese, la “VIA PACIS” creerà un ideale collegamento tra alcuni luoghi di culto emblematici della Capitale. Cinque le tappe che sottolineeranno la partecipazione delle diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa, in due percorsi podistici dalla distanza equivalente a una mezza maratona di 21,097 Km per la competitiva e di 5 km per la non competitiva.

Roma 13/09/2018. Conferenza Stampa Fidal
Foto Samantha Zucchi Insidefoto/Fidal

Il Comitato d’Onore della Rome Half Marathon Via Pacis è presieduto dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi. Ne fanno parte l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia, il Cardinale Gianfranco Ravasi, il Vescovo Paul Tighe, il Presidente della FIDAL Alfio Giomi, il Vicepresidente della FIDAL Vincenzo Parrinello, il Rabbino Capo Riccardo Di Segni, la Presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, il Segretario Generale del Centro Islamico Culturale d’Italia Abdellah Redouane, l’Imam della Grande Moschea di Roma Salah Ramadan, in rappresentanza dell’Unione Induista Italiana (UII) Svami Priyananda Ghiri, Svamini Shuddhananda Ghiri e Lilamaya Stefania Plini, in rappresentanza dell’Unione Buddhista Italiana Giorgio Raspa, il Membro del CIO Mario Pescante, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente del CIP Luca Pancalli.

“Roma ospita con gioia la seconda edizione della Rome Half Marathon Via Pacis. Un impegno che la nostra città rinnova per promuovere gli ideali di pace e di solidarietà, di dialogo e di rispetto. Per favorire – anche attraverso lo sport – l’unione tra i popoli. Per unire tutte quelle persone che si adoperano ogni giorno a favore dell’integrazione e della condivisione. Per unire tutte quelle persone che dicono no alla violenza, ma lavorano – anche attraverso piccole azioni quotidiane – per l’affermazione dei valori più alti. In un momento in cui il nostro mondo ha bisogno di ritrovare un forte senso di umanità, Roma è orgogliosa e felice di ospitare un grande evento sportivo che ha nei suoi principi ispiratori questi obiettivi”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

Roma 13/09/2018. Conferenza Stampa Fidal
Foto Samantha Zucchi Insidefoto/Fidal

“Diffondere una cultura che si basi sulla pace, sul dialogo, sulla comprensione attraverso lo sport: ecco l’obiettivo primario della Half Marathon Via Pacis. La corsa rappresenta un importante traguardo interculturale e interreligioso di cui Roma può essere fiera. La Capitale deve essere promotrice di tali messaggi, veicolarli attraverso grandi manifestazioni sportive è sicuramente la chiave giusta, per questo la Via Pacis è un evento di livello che sta già diventando un appuntamento fondamentale per i runner di tutto il mondo”, dichiara l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia.

“Il nostro tempo ha bisogno sempre più di ponti, e non di muri. Lo sport è un linguaggio universale, che unisce tutti, e possiede anche radici profondamente religiose. Lo sport, come l’arte e la cultura, ci aiuta a ritrovare la nostra comune umanità”, dichiara il Cardinale Gianfranco Ravasi.

Roma 13/09/2018. Conferenza Stampa Fidal
Foto Samantha Zucchi Insidefoto/Fidal

“La Rome Half Marathon Via Pacis è un evento internazionale di Atletica Leggera che porta un prezioso messaggio di pace e solidarietà. Il percorso della mezza maratona tocca cinque importanti luoghi di Roma, cinque simboli dell’adesione di diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa. Il 23 settembre la corsa, il gesto sportivo universale, simbolicamente unirà religioni e culture diverse nel nome del rispetto reciproco. Come Federazione Italiana di Atletica Leggera siamo convinti, da sempre, che lo sport sia un linguaggio universale, uno strumento prezioso per diffondere il dialogo e l’integrazione. Di questi valori l’Atletica Italiana è portatrice dentro e fuori i contesti agonistici: per questo siamo particolarmente orgogliosi di contribuire all’organizzazione della Rome Half Marathon Via Pacis”, dichiara il Presidente Fidal Alfio Giomi.

“La Roma Half Marathon Via Pacis è un evento unico, bellissimo. Roma, sport e cultura si uniscono nel lanciare uno straordinario messaggio di pace, di amicizia, di dialogo e di integrazione tra diverse comunità religiose. Correre insieme, sulle strade della Città eterna, tra scavi archeologici, chiese, palazzi e monumenti, luoghi di incredibile bellezza custodi di un patrimonio artistico e culturale senza eguali, per dire no a qualsiasi forma di discriminazione, di pregiudizio, di intolleranza e sì alla convivenza di tutte le religioni e alla solidarietà tra i popoli” ha dichiarato il Sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali, Gianluca Vacca.