Sarà un weekend ricco di competizioni in tutta Italia. A Rieti sabato l’attenzione è sul duello tra il neoprimatista italiano Marcell Jacobs e il finalista mondiale Filippo Tortu nei 100 metri: batterie alle ore 16 e finale alle 17.15. I due migliori azzurri di sempre, gli unici sotto il muro dei 10 secondi: per Jacobs (Fiamme Oro) è il ritorno in pista, a nove giorni dal formidabile 9.95 di Savona con cui ha tolto il record di 9.99 a Tortu (Fiamme Gialle) che è alla “prima” dell’anno in una gara individuale. Ma sono tanti i protagonisti attesi, quando manca una settimana all’appuntamento con gli Europei a squadre di Chorzow. Al femminile scendono in pista alcune delle sprinter che proprio in Polonia hanno trionfato alle recenti World Relays con la 4×100 azzurra: Gloria Hooper (Carabinieri) e Anna Bongiorni (Carabinieri), che hanno corso rispettivamente in 11.23 e 11.27 a Savona anche se con troppo vento a favore, insieme a Johanelis Herrera (Aeronautica) ma anche alla campionessa tricolore Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre). Poi domenica sui 200 metri di nuovo in pista Hooper, all’esordio stagionale sulla distanza, e Bongiorni (già capace di un 23.16 ventoso ad Arezzo). In gara invece a Campi Bisenzio (Firenze) domenica nei 200 metri Irene Siragusa (Esercito). Tornando a Rieti, da seguire sabato anche la sfida nei 110 ostacoli con Lorenzo Perini (Aeronautica) e Hassane Fofana (Fiamme Oro) mentre nel triplo ancora in azione Dariya Derkach (Aeronautica) per avvicinarsi ulteriormente ai quattordici metri (13,88 finora quest’anno). Domenica nell’asta la prima uscita di Roberta Bruni (Carabinieri) dopo aver eguagliato il record italiano di 4,60 sabato scorso a Firenze e aver rinunciato al meeting di Castiglione della Pescaia a causa delle condizioni atmosferiche. Nel lungo Laura Strati (Atl. Vicentina), sesta quest’anno agli Europei indoor.

Al via la stagione su pista di Yeman Crippa. A Trento, nell’impianto di casa, il fuoriclasse del mezzofondo azzurro domenica affronta un primo test sui 1500 metri: “Sono super curioso – racconta il 24enne delle Fiamme Oro – di capire la mia condizione fisica in un anno così importante”. Rientrato pochi giorni fa dal raduno nelle alture spagnole di Sierra Nevada, e in vista dei 5000 degli Europei a squadre, si presenta al debutto senza particolari ambizioni cronometriche. Sulla distanza ha un personale di 3:35.26 ottenuto l’anno scorso, nella stagione in cui è riuscito a conquistare i record italiani di 3000, 5000 e 5 km su strada, che si aggiungono a quello dei 10.000 che già deteneva. Si annuncia interessante la sfida nel salto triplo, domenica a Pescara, con diversi tra i migliori specialisti italiani. È il momento di tornare in pedana per il campione italiano Andrea Dallavalle: il 21enne delle Fiamme Gialle, bronzo europeo under 23 che vanta un personale di 16,95, non ha ancora gareggiato nel 2021. Ma ci saranno anche Daniele Greco (Fiamme Oro), oro continentale indoor nel 2013, e l’emergente Simone Biasutti (Trieste Atletica). Sabato i 200 metri a Siracusa con il 18enne Matteo Melluzzo (Fiamme Gialle), convocato per la 4×100 azzurra dopo essere diventato il secondo under 20 italiano di sempre nei 100 a Savona con 10.25. A Imola (Bologna) domenica ancora in gara nel triplo Ottavia Cestonaro (Carabinieri).