È il primo campionato italiano che molti di questi ragazzi, nella loro crescita come atleti, incontrano sulla propria strada: anche per questo è indimenticabile. È una gara individuale ma è fortissima l’impronta del gruppo, considerato che si compete con la maglia della rappresentativa regionale e si esalta lo spirito di squadra. La carica degli under 16 sta per invadere Parma per il weekend dei Campionati Italiani Cadetti, ospitati al campo Lauro Grossi sabato 2 e domenica 3 ottobre, con l’anteprima della cerimonia d’apertura in programma nel pomeriggio di venerdì al centro della città emiliana, tra le meraviglie di Piazza Duomo. Ventuno rappresentative, trentasei titoli individuali da assegnare in due giornate, attesi circa novecento atleti. Per il terzo anno consecutivo la rassegna under 16 va in scena in Emilia-Romagna dopo le due edizioni consecutive di Forlì: per Parma è la prima volta. È la vetrina per i migliori atleti d’Italia nati negli anni 2006-2007. Alcuni di loro si sono già messi in evidenza nella precedente edizione oppure nel cross e nei meeting: è il caso del saltatore Aldo Rocchi (Lazio/Atletica Tiburtina) che ha tolto ad Andrew Howe la migliore prestazione italiana U16 nel triplo (15,17) e che in questa occasione sarà schierato nel lungo (PB 7,06), oppure della detentrice della MPI degli 80 metri Alice Pagliarini (Marche/Atl. Avis Fano), o ancora dei tricolori della corsa campestre Manuel Zanini (Lombardia/Atl. Gavirate) e Sonia Tissi (Toscana/Assi Giglio Rosso Firenze) entrambi in gara nei 2000 metri. Tra i campioni in carica, oltre a Rocchi e Tissi, è iscritta anche l’atleta di casa Anna Galli (Emilia-Romagna/Atl. Parma Sprint), vincitrice del titolo italiano dei 1200 siepi nel 2020. A squadre, si riparte dal successo del Veneto nella classifica combinata di Forlì 2020, mentre nella classifica maschile aveva prevalso il Lazio e in quella femminile l’Emilia-Romagna.

La manifestazione è stata presentata stamattina nella Sala di Rappresentanza del Municipio di Parma. “Accoglieremo uno dei più importanti eventi sportivi nazionali all’interno di uno dei nostri impianti sportivi – le parole del vicesindaco con delega allo Sport Marco Bosi – è motivo di prestigio per la nostra città e per i nostri ragazzi. Possiamo contare su impianti sportivi di altissimo livello che ci permettono di essere tra le città in grado di accogliere eventi di grandissimo respiro. L’impianto è stato completato grazie anche al sostegno della Regione Emilia-Romagna che oggi ha voluto essere qui con noi, al nostro fianco, orgogliosa del risultato raggiunto”. In collegamento Giammaria Manghi, capo della Segreteria politica della Presidenza della Regione Emilia-Romagna, ha portato i saluti del presidente Stefano Bonaccini e ha sottolineato quanto la Regione abbia investito sullo sport giovanile come occasione di formazione: “Investire sugli impianti e sostenere le Pubbliche Amministrazioni ci permette di offrire occasioni di aggregazione, una sana crescita ai nostri ragazzi e a tutti coloro che vogliono coltivare una passione. Siamo molto felici perché in questo modo riusciamo anche a promuovere il territorio”.