Seconda giornata di gare ai Mondiali under 20 di Nairobi (Kenya). Dieci gli azzurrini in azione, tra mattina e pomeriggio. Tre le finali con italiani: Matteo Oliveri nell’asta alle 14 italiane, Benedetta Benedetti alle 15.25 nel disco, Matteo Melluzzo nei 100 metri alle 16.50. In mattinata, il primo round dei 400 ostacoli metteva subito in palio la finale, senza passare dalla semi: un posto tra le migliori otto lo centra Angelica Ghergo, avanti con il 58.84 della batteria, quarto posto, poi diventato terzo per effetto della squalifica della danese Rasmussen. Il tempo della marchigiana, già finalista agli Europei U20 di Tallinn (quinta), le apre le porte della finale grazie ai ripescaggi, ma nel complesso risulta essere il quinto crono complessivo del turno iniziale, con il miglior riscontro per la finlandese Heidi Salminen (58.12).
Guadagna la qualificazione alla semifinale degli 800 metri Federica Pansini: quinta nella sua batteria con 2:10.31, l’ultimo dei tempi di recupero, in un primo turno che pone in evidenza l’etiope Ayal Dagnachew (2:02.94). Pansini di nuovo in pista venerdì dalle 15.20. Fuori, invece, gli ottocentisti al maschile. Ci prova con personalità Francesco Pernici che si mette alla testa del gruppo per i primi cinque-seicento metri, costretto però a cedere sul cambio di ritmo degli ultimi duecento: chiude settimo nella sua batteria in 1:53.35. Settimo posto anche per Masresha Costa, con tempo migliore (1:52.71) e tattica di gara meno spregiudicata, comunque non sufficiente per il passaggio del turno.