A Molfetta (Bari), nei Campionati italiani dei 10.000 metri, conquistano il titolo assoluto Iliass Aouani e Martina Merlo. Il lombardo dell’Atletica Casone Noceto firma la doppietta tricolore in questa stagione, dopo aver già vinto nel cross, e domina con il tempo di 28:26.38 staccando gli avversari poco oltre metà gara. Due settimane fa si era migliorato fino a 27:52.98 sulla pista di Rubiera. Per il secondo posto nella rassegna nazionale il 23enne compagno di club Alberto Mondazzi (Atl. Casone Noceto, 28:51.28) precede in volata Nekagenet Crippa (Esercito, 28:53.34), quindi Francesco Breusa (Battaglio Cus Torino, 28:54.54) e Pietro Riva (Fiamme Oro, 28:57.76). Al femminile la torinese dell’Aeronautica scatta nell’ultimo giro per aggiudicarsi il successo in 34:23.25 e il terzo tricolore assoluto della carriera, che si aggiunge a quelli della campestre nel 2018 e sui 3000 siepi nella scorsa stagione. Al termine di una prova tattica si lascia alle spalle un’altra piemontese, la ventenne Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino, 34:24.26) che festeggia il titolo under 23 mentre chiude terza Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina, 34:29.53). Quarto posto per Giovanna Selva (Sport Project Vco, 34:37.33), seconda tra le promesse, davanti ad Alessia Tuccitto (Gs Lammari, 34:53.52) e poi arriva terza delle under 23 la campionessa uscente di categoria Gaia Colli (Atl. Valle Brembana, 35:44.56). Tra gli uomini è il pugliese Pasquale Selvarolo (Atl. Casone Noceto) a prendersi il titolo promesse in 29:20.99 con il podio completato da Luca Alfieri (Pbm Bovisio Masciago, 30:04.10) e Mequanint Navoni (Team-A Lombardia, 30:28.33).