I fenomeni dell’asta a Castelporziano (Roma). Test di lusso giovedì 19 settembre per Claudio Stecchi a pochi giorni dai Mondiali di Doha. L’azzurro delle Fiamme Gialle incontrerà sulla pedana di casa il campione olimpico Thiago Braz, nelle prove generali della rassegna iridata in Qatar che scatta il 27 settembre e che propone le qualificazioni dell’asta maschile il giorno successivo. Sarà la terza uscita all’aperto del 2019 per il fiorentino dopo il rientro da 5,66 agli Europei a squadre di Bydgoszcz e il 5,72 del Palio della Quercia di Rovereto (PB outdoor). Il parterre di avversari è da urlo: il formidabile 19enne svedese Duplantis ha oltrepassato i sei metri anche in questa stagione dopo lo straordinario 6,05 dello scorso anno all’Olympiastadion di Berlino, ed è nel lotto dei favoritissimi per il titolo mondiale di Doha. Il brasiliano Braz, medaglia d’oro a Rio tre anni fa con il personale di 6,03, è tornato in luglio a 5,92 dopo un paio di stagioni nell’ombra. Il quadro dei rivali di Stecchi per la gara organizzata dalle Fiamme Gialle nel proprio centro sportivo – alle ore 17, ingresso aperto al pubblico – si arricchisce di altri due elementi di valore come lo svedese Melker Svard Jacobsson (5,82 indoor), l’astista che ha estromesso l’azzurro dal podio agli Euroindoor di Glasgow in marzo, e il ventenne norvegese Sondre Guttormsen (5,80).